La reunion di E.R. ha regalato ai fan molto molti aneddoti, divertimento e commenti sulla possibilità che venga realizzata un reboot della serie cult andata in onda sugli schermi americani di NBC dal 1994 al 2009.
All’evento online organizzato da StarsInTheHouse.com e realizzato a favore dell’organizzazione benefica Waterkeeper Alliance hanno partecipato Gloria Reuben (Jeanie Boulet), George Clooney (Doug Ross), Noah Wyle (John Carter), Laura Innes (Kerry Weaver), Anthony Edwards (Mark Greene), Julianna Margulies (Carol Hathaway), Goran Visnjic (Luka Kovac), Paul McCrane (Robert Romano), Ming-Na Wen (Jing-Mei Chen), Laura Cerón (Chuny Marquez), Yvette Freeman (Haleh Adams), Conni Marie Brazelton (Connie Oligario), Ellen Crawford (Lydia Wright) e CCH Pounder (Angela Hicks).

I protagonisti dello show hanno condiviso degli aneddoti riguardanti il periodo trascorso realizzando la serie spiegando che per interpretare in modo convincente i medici davanti alle telecamere si esercitavano mettendo i punti su zampe di maiale, potevano consultare dei veri dottori che lavoravano con la produzione e hanno ricevuto dei cellulari da Steven Spielberg come regalo di Natale, oltre a essere diretti da registi del calibro di Quentin Tarantino che era un grande fan dello show o recitare accanto a incredibili guest star.

George Clooney ha inoltre rivelato che durante la pandemia ha visto le repliche delle puntate perché sua moglie Amal è diventata una fan e ha sottolineato:

Mi ero dimenticato tutte le cose terribili che aveva fatto il Dottor Doug Ross.

La star ha poi scherzato dicendo che era avvilito perché era l’unico nella reunion via Zoom ad avere i capelli grigi ed essere apparentemente invecchiato.
Il periodo trascorso sul set è stato invece ricordato con affetto da Anthony Edwards che ha sottolineato:

Ho riso e sono rimasto innamorato dello show per otto anni.

I membri del cast hanno poi condiviso le sensazioni provate la prima volta che hanno partecipato a un evento di presentazione dello show e le persone sono impazzite dall’entusiasmo. George ha sottolineato:

In quel momento preciso abbiamo capito improvvisamente – ed eravamo un gruppo di attori che facevano fatica professionalmente – che avremmo continuato a lavorare per un po’. E c’era una grande gioia, le persone dimenticano alle volte che nelle prime stagioni ottenevamo 10 milioni di spettatori più di Friends.

Noah Wyle ha aggiunto che erano sorpresi dalla reazione e dalla popolarità ricevuta dallo show, dettaglio confermato anche da Julianna Margulies:

I produttori della mia serie successiva The Good Wife erano entusiasti perché avevano ottenuto 14 milioni di spettatori. Ed erano 14 milioni mentre prima E.R. otteneva 44 milioni.

L’attrice ha inoltre ricordato che andare a cena insieme durante le riprese dello show era un’esperienza unica:

Era come camminare con i Beatles. Mi ricordo che ero un po’ in disparte e le persone stavano urlando perché vedevano i ragazzi.

CCH Pounders ha poi ricordato che la serie è stata talmente popolare che ha ispirato un’intera generazione a valutare l’ipotesi di lavorare nel campo della medicina e nel pronto intervento, mentre Wyle ha lodato la diversità proposta sul piccolo schermo.

Le star ha commentato anche della possibilità di girare un reboot o uno speciale televisivo. Clooney ha ammesso:

Non so. La parte più difficile quando pensi a uno show in modo costante nel corso degli anni è che sarebbe difficile dire che saremmo in grado di fare qualcosa al livello raggiunto in passato. L’ho riguardato un po’ ed è un progetto televisivo così grandioso. E.R. è migliore rispetto a qualsiasi cosa io abbia visto nei film o in altri show, e lo penso per molti episodi che ho visto. Penso sia difficile replicare quel successo.

Julianna sull’argomento ha aggiunto:

Non penso si possa realizzare un reboot. Credo si debba lasciarlo nel modo meraviglioso in cui è e andare avanti. Penso che un reboot farebbe perdere il valore dell’originale.

Noah Wyle ha invece dichiarato che sono stati fortunati perché lo showrunner John Wells non ha reso E.R. un franchise composto da molti spinoff, magari ambientati in altri città.

Ming-Na Wen ha successivamente ammesso:

Mi piacerebbe rifarlo solo per poter nuovamentre trascorrere del tempo insieme a questo gruppo di persone.

Clooney ha sottolineato:

Quando ho ricevuto la telefonata per partecipare a questo evento online siamo stati realmente eccitati dalla possibilità di rivederci. Sono eccitato nel rivedere questo gruppo. Siamo cresciuti insieme. Queste sono le persone che amo ed è divertente rivedervi.

Che ne pensate? Siete d’accordo con le star che non considerano non sia una buona idea realizzare un reboot di E.R.?

Fonte: Deadline