Una settimana fa, durante la cerimonia degli Oscar, Tom Hanks ha annunciato (finalmente!) la data in cui verrà aperto ufficialmente l’Academy Museum of Motion Pictures, otto anni dopo l’annuncio ufficiale del progetto.

Hanks condivide con Bob Iger e Annette Bening la guida della raccolta fondi per finanziare il museo, e nell’annunciare la data ha dichiarato: “C’è tantissima cultura nella Città degli Angeli, ma non c’è mai stato un museo dedicato all’arte e alla scienza del cinema.” Bill Kramer, direttore del museo, ha aggiunto: “Non vediamo l’ora di accogliere il mondo intero nell’Academy Museum. Quando si apriranno le porte, il 14 dicembre, l’incredibile combinazione di esposizioni, proiezioni e programmi educativi e pubblici creerà un’esperienza senza precedenti per i cinefili di tutto il mondo”.

Il museo si trova su Wilshire Boulevard a Los Angeles, nella cosiddetta Museum Row del Miracle Mile, una zona già ad alta vocazione culturale: a pochi metri da lì ci sono il LACMA (il museo d’arte della contea di Los Angeles), le pozze di catrame (e relativo museo) di La Brea e il gigantesco Petersen Automotive Museum dedicato all’automobilismo. Non solo: nella stessa zona ci sono le sedi della Screen Actors Guild e della Writers Guild of America.

Una decina di giorni fa diversi giornalisti hanno potuto visitare il cantiere della struttura, ormai prossima al completamento. Annunciato nel 2012 (ma se ne parla da novant’anni), il Museo è stato progettato da Renzo Piano e doveva aprire nel 2016: i costi iniziali di 250 milioni di dollari sono lievitati, ma nei due anni di rinvii sono aumentate anche le donazioni: 368 milioni di dollari, il 95% della campagna finale (che ammontava a 388 milioni di dollari). La donazione più grande è stata a opera di Haim e Cheryl Saban, che nel settembre del 2017 hanno donato ben 50 milioni di dollari: ecco perché l’edificio principale del museo si chiamerà Saban Building. Tra le altre aree vi sono il Barbra Streisand Bridge, la Steve Tisch Terrace e la Bob Iger and Willow Bay Terrace. C’è poi il David Geffen Theater, una sala cinematografica da mille posti.

Potete vedere alcuni video qui sopra e qui sotto: