Abituati come siamo a parlare del contesto statunitense dove, ormai, non si può fare dell’ironia su nulla per paura di offendere questo e quello, fa quasi strano vedere il cantante islandese Daði Freyr intento a fare un po’ di sana autoironia basata su Eurovision Song Contest: la storia dei Fire Saga, la nuova pellicola di David Dobkin, già regista di 2 Single a Nozze e The Judge, con Will Ferrell, Rachel McAdams e Dan Stevens.

L’artista, con il brano Think About Things, avrebbe dovuto rappresentare in quanto trionfatore del Söngvakeppnin 2020 proprio l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2020, manifestazione che però, come noto, è stata annullata a causa della pandemia di COVID-19.

Nel video che trovate nella parte superiore di questa pagina, potete ammirare la sua sola e unica esibizione in Jaja Ding Dong, il brano che viene costantemente richiesto a Lars e Sigrit dai frequentatori del pub di Húsavík dove sono soliti esibirsi.

Qualche settimana fa, Daði Freyr ci aveva regalato anche la cover di Volcano Man:

 

 

Qua sotto trovate un video di Jaja Ding Dong della durata di dieci ore e la nostra intervista con Will Ferrell fatta durante la promozione stampa di Eurovision.

 

 

 

La storia del lungometraggio è incentrata, ovviamente, sulla popolare competizione musicale internazionale Eurovision Song Contest, che ha avuto inizio in Svizzera nel 1956 con sei partecipanti delle nazioni occidentali europee. Quest’anno sono stati 43 i paesi a competere, con Toy di Netta che ha vinto. Gli Abba e Céline Dion sono tra le popstar che hanno visto lanciare le proprie carriere proprio dal concorso. Il film seguirà le vicende di Lars Erickssong (Ferrell) e Sigrit Ericksdottir (Rachel McAdams), due musicisti islandesi in difficoltà che si uniranno al concorso. Dan Stevens sarà il concorrente russo Alexander Lemtov, mentre Pierce Brosnan sarà il padre di Ferrell, “l’uomo più bello d’Islanda”.

Cosa ne pensate? Potete dircelo nello spazio dei commenti qua sotto!