Dopo Paolo GenoveseNicola GuaglianoneMassimiliano BrunoWalter Fasano (montatore di Chiamami Col Tuo Nome), Roberto De Paolis (regista di Cuori Puri), Luca MinieroGianni Romoli, Vinicio MarchioniSabrina Impacciatore… tocca al regista nel cui ultimo film in sala compare proprio l’ottima Sabrina: Gabriele Muccino.

BadTaste.it si è seduto a chiacchierare con il formidabile cineasta tornato al dramma borghese italiano dopo l’interessante parentesi hollywoodiana apertasi nel 2006 con lo straordinario successo de La Ricerca Della Felicità con Will Smith poi seguito da Sette Anime (2008), Quello Che So Sull’Amore (2012) e Padri E Figlie (2015).
Premiato come Miglior Regista dal David di Donatello nel 2001 con L’Ultimo Bacio il romano Gabriele Muccino ci racconta cosa ha significato per lui questo rientro forte dentro la tradizione del nostro cinema di drammi familiari alla soglia decisiva dell’undicesimo lungometraggio. A Casa Tutti Bene(2018), recente campione del box office con 8 milioni di euro incassati dalla sua uscita in sala del 14 febbraio, ci offre anche l’occasione di ricordare la parentesi americana, gli inizi e la forza provocatoria del suo cinema.

Un sentito grazie anche alla Fondazione Istituto Tecnico Superiore Roberto Rossellini con cui BadTaste.it ha stretto una collaborazione per la realizzazione di queste videointerviste. Video a cura di Paolo Carabetta, montaggio di Mirko D’Alessio.

Consigliati dalla redazione