Jim Carrey è tornato a parlare con Jimmy Fallon di quella volta in cui si convinse di avere le ore contate e dell’esperienza terribile vissuta.

Era la mattina del 13 gennaio 2018 quando in tv, in radio e sui cellulari di tutti i residenti delle Hawaii apparve un messaggio dai toni più che drammatici:

UN MISSILE BALISTICO DIRETTO ALLE HAWAII. METTERSI IMMEDIATAMENTE AL RIPARO. QUESTA NON È UN’ESERCITAZIONE.

Fu un messaggio mandato per errore dal governo: peccato che passarono 38 minuti prima della diramazione del falso allarme.

Jim Carrey ha parlato allora con il conduttore dei minuti carichi di tensione dopo l’avviso:

Per noi era una cosa verissima” ha commentato l’attore, che ha ammesso di aver cercato di fuggire dall’isola con sua figlia senza successo. Ha così deciso di dire addio ai suoi cari e andare in spiaggia a trascorrere gli ultimi momenti a guardare l’oceano:

A quel punto ho pensato: “Ok, cosa posso fare in questi ultimi momenti?”. Così ho iniziato a ringraziare Dio per tutta una serie di cose, non smettevo di pensare a tutte le cose meravigliose che mi erano successe e a tutta la fortuna che ho avuto. È stato molto bello. Ero arrivato allo stato di grazia con due minuti di anticipo quando ho scoperto che era tutto falso. Avevo solo pianificato di chiudere gli occhi e essere grato, era stata una bella vita.

Leggi anche: Jim Carrey parla del suo nuovo libro