Nel corso delle ultime settimane Madonna ha annunciato sui social di essere al lavoro sulla sceneggiatura di un’auto-biopic insieme a Diablo Cody (Juno). Ora la popstar ha svelato numerosi dettagli sul film durante una diretta su Instagram insieme alla sceneggiatrice.

Le due hanno scritto insieme circa 107 pagine, e il film finale dovrebbe durare intorno alle due ore:

Parleremo di Andy Warhol, Keith Haring e Jean-Michel Basquiat, e Martin Burgoyne… e di com’era crescere come artista a Manhattan, downtown, nel Lower East Side nei primi anni ottanta. Onestamente, è stato uno dei momenti più belli della mia vita e anche uno dei peggiori. Spero di riuscire a restituire o esprimere quant’è stato eccitante per me, in ogni modo possibile.

Diablo Cody imprimerà il suo umorismo nella sceneggiatura: Madonna ha spiegato che si rifletterà nel film, nei dialoghi “monosillabici” di Warhol, e nelle scene con la sorella Paula Ciccone, ricche di “ironia asciutta e sarcastica”.

La storia coprirà anche il periodo delle riprese di Evita, che condusse a un’esperienza spiacevole con Andrew Lloyd Webber:

Penso di aver avuto qualche esaurimento nervoso temendo di essere licenziata ogni giorno. No, non fu carino con me, Andrew non fu carino con me. Non sono nemmeno sicuro che mi volesse nel cast.

Parlando con Entertainment Weekly, però, un portavoce del celebre autore ha replicato:

Deve essersi confusa con qualcun altro. Lei e Andrew hanno collaborato senza alcun problema, fu un rapporto molto produttivo quello sul set di Evita.

Ovviamente il film racconterà anche la creazione di alcune delle canzoni più memorabili di Madonna:

Ci sarà una splendida scena in cui scrivo Like a Prayer con Pat Leonard, fino alla fine, fino alla devastante esperienza con la Pepsi [quando cioè l’azienda sciolse il contratto di sponsorizzazione con la popstar dopo l’uscita del video musicale nel 1989].

Ci sarà anche una scena con il suo primo incontro con Jose Gutierez Xtravaganza e Luis Xtravaganza, membri della scena del ballroom di Harlem che portò all’esplosione della popolarità del voguing nel 1990, con l’uscita di Vogue:

Ma non sarà un musical. Ci sarà molta musica, e l’attrice che mi interpreterà dovrà cantare molte mie canzoni, ma in momenti in cui è giusto che si canti.

Chi interpreterà Madonna? Non è ancora noto, anche se negli ultimi tempi sia la popstar che il suo manager Guy Oseary hanno iniziato a seguire su Instagram Julia Garner (Ozark). Vi terremo aggiornati…