C’è voluto l’intervento di Tony Spera, genero di Ed e Lorraine Warren e proprietario e custode del loro Museo dell’Occulto, per sfatare le voci che circolano nelle ultime ore: no, la bambola Annabelle non è fuggita.

“Sono qui per dirvi una cosa,” spiega Spera nel video. “Non so se vi interessa saperlo o meno, ma Annabelle non è fuggita. Annabelle sta bene ed è viva. Beh, non dovrei dire che è viva. Annabelle è qui, in tutta la sua famigerata gloria. Non ha mai lasciato il museo”. Dietro di lui vediamo la bambola custodita all’interno della teca che ben conosciamo, all’interno della proprietà dei Warren a Monroe, in Connecticut. “Ricordate: ho dei dispositivi di alta sicurezza qui,” continua Spera. “Se avesse lasciato il museo mi sarei immediatamente accorto del fatto che qualcosa era successo o che qualcuno era entrato nell’edificio. Ho degli ottimi sistemi d’allarme, e la polizia risponde subito. Rispondono nel giro di pochi minuti.”

La notizia si era diffusa dopo che qualcuno ha modificato la pagina Wikipedia di Annabelle, aggiungendo che la bambola è fuggita il 14 agosto alle 3 del mattino.

Ricordiamo che il museo dei Warren è stato chiuso l’anno scorso per una violazione urbanistica, anche se questo non impedisce ai fan di recarsi in visita.

Annabelle è comparsa nel 2013 in The Conjuring – L’Evocazione, e ha avuto un tale successo da ottenere ben tre spin-off a lei dedicati. Al cinema, però, la bambola è diversa da quella custodita nel museo, che in realtà è una Raggedy Ann.