Sono state annunciate le nomination alla 25esima edizione degli Screen Actors Guild Awards, i premi dell’associazione degli attori di Hollywood che assegnerà i suoi premi il 21 gennaio 2018.

Prime nomination dei premi dell’industria, quelle ai SAG Awards danno formalmente il via alla fase clou della stagione dei premi, quella che anticipa le nomination agli Oscar che avverranno tra poco più di un mese. Storicamente, sono un forte indicatore per gli Oscar (questo perché molti dei 2.00 selezionatori della SAG/AFTRA, quasi tutti attori, fanno parte dell’Academy): in particolare, il premio al miglior cast d’insieme corrisponde più o meno all’Oscar a miglior film, e spessimo i due vincitori coincidono. L’anno scorso Tre Manifesti a Ebbing, Missouri ottenne il SAG Award al miglior cast d’insieme, anche se La Forma dell’Acqua vinse poi l’Oscar come miglior film: la pellicola di Martin McDonagh aveva però un cast d’insieme fortissimo ed era decisamente impossibile che non vincesse il premio del sindacato. Tutti i vincitori dei SAG Award, poi, ottennero il relativo Oscar: Frances McDormand e Sam Rockwell per Tre Manifesti, Allison Janney per Tonya e Gary Oldman per L’Ora più Lunga.

Per quanto riguarda le nomination di quest’anno, a dominare su tutti è A Star is Born con quattro: il film di Bradley Cooper diventa subito il frontrunner per gli Oscar di quest’anno, seguito da BlackKklansman e La Favorita con tre candidature. Ottimo risultato per i Marvel Studios che ottengono quattro nomination: tre nel miglior cast di controfigure e stunt, ma una anche come miglior cast d’insieme per Black Panther, che a questo punto inizia ad avere la nomination all’Oscar come miglior film in pugno. Avere il riconoscimento più prestigioso da parte degli attori, che sono la categoria più rappresentativa all’interno dell’Academy, dimostra una grande forza da parte del cinecomic Marvel, che a questo punto può davvero puntare alla candidatura più importante dell’Academy. Spicca poi su tutte la doppia candidatura di Emily Blunt: migliore attrice protagonista per Il Ritorno di Mary Poppins e non protagonista per A Quiet Place. Le candidature multiple non sono rare (Amy Adams quest’anno è candidata per un film come Vice e una miniserie come Sharp Objects, Sterling K. Brown addirittura tre: cast d’insieme per Black Panther, cast d’insieme e miglior attore per This is Us) ma è insolito che accada solo per film.

Quello che colpisce veramente è l’assenza di Vice – L’Uomo nell’Ombra dal miglior cast d’insieme (potrebbe rientrare senza fatica nella lista dei nominati a miglior film, ma non sarà facile puntare alla vittoria se non ha ottenuto il favore degli attori della SAG), stesso dicasi per Se Le Strade Potessero Parlare di Barry Jenkins e per Roma di Alfonso Cuaron. Insomma: i film popolari, quelli che l’Academy “minaccia” di inserire in una categoria a parte, sembra si siano fatti strada di peso. Nella categoria del miglior cast d’insieme, infatti, è inclusa una commedia di enorme successo come Crazy & Rich, un cinecomic come Black Panther, un biopic musicale più apprezzato dal pubblico che dalla critica come Bohemian Rhapsody. Insomma, sembra che senza bisogno di aggiungere l’Oscar popolare, la stagione dei premi di quest’anno sarà più frizzante del solito. Ed ecco perché questo potrebbe voler dire che A Star is Born è il film perfetto per trionfare a quest’edizione degli Oscar, soprattutto se vince il SAG Award come miglior cast d’insieme e ottiene un buon numero di Golden Globes.

Potete leggere le nomination qui sotto, la 25esima edizione dei SAG Awards si terrà il 27 gennaio allo Shrine Auditorium di Los Angeles e verrà condotta da Megan Mullally.

MIGLIOR CAST D’INSIEME
“A Star Is Born”
“Black Panther”
“BlacKkKlansman”
“Bohemian Rhapsody”
“Crazy Rich Asians”

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Bradley Cooper, “A Star is Born”
Christian Bale, “Vice”
Rami Malek, “Bohemian Rhapsody”
Viggo Mortensen, “Green Book”
John David Washington, “BlacKkKlansman”

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Emily Blunt, “Mary Poppins Returns”
Glenn Close, “The Wife”
Olivia Colman, “The Favourite”
Lady Gaga, “A Star is Born”
Melissa McCarthy, “Can You Ever Forgive Me?”

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Mahershala Ali, “Green Book”
Timothee Chalamet, “Beautiful Boy”
Adam Driver, “BlacKkKlansman”
Sam Elliott, “A Star is Born”
Richard E. Grant, “Can You Ever Forgive Me?”

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Amy Adams, “Vice”
Emily Blunt, “A Quiet Place”
Margot Robbie, “Mary Queen of Scots”
Emma Stone, “The Favourite”
Rachel Weisz, “The Favourite”

MIGLIOR CAST DI CONTROFIGURE
“Ant-Man and the Wasp”
“Avengers: Infinity War”
“The Ballad of Buster Scruggs”
“Black Panther”
“Mission: Impossible – Fallout”

 

Consigliati dalla redazione