Ray Fisher è stata una delle maggiori vittime del montaggio di Justice League quando Zack Snyder ha perso il suo “cut” a causa di una tragedia in famiglia, tant’è che la storia di Cyborg è stata ridotta all’osso perdendo molta della profondità a cui regista e attore intendevano puntare.

Non sorprende, allora, che Fisher sia stato particolarmente colpito dall’annuncio di qualche giorno fa, come si vede in un estratto da una diretta su Twitch.

Un ringraziamento a tutti voi per il supporto e specialmente per il sostegno che avete dato agli Snyder  per Autumn” ha detto l’attore in riferimento alla figlia scomparsa di Zack e Deborah Snyder. “So che lo hanno apprezzato tantissimo, è stato davvero significativo”.

I sostenitori dello Snyder Cut, ricordiamo, nel corso degli anni hanno anche raccolto fondi a favore della prevenzione del suicidio, e questa è una cosa che ha commosso Fisher e i coniugi Snyder:

Significa tantissimo per gli Snyder. Ha significato tantissimo per me. Grazie, grazie, grazie.

L’attore ha poi parlato della grande notizia durante “Podcasts on Vero” con la partecipazione a sorpresa dello stesso Snyder:

Quando mi hai chiamato [per darmi la notizia, Zack], ho pensato: “Ok, sta succedendo, sta succedendo”. Ma fin quando non annunciano la cosa ufficialmente devi restare cauto. Tutto può succedere, siamo nel 2020. Possono cambiare idea all’ultimo secondo.

La gente è impazzita, sono tutti felici e pieni di passione. Mi sono svegliato stamattina e il sole e il vento mi sembravano diversi. La gente ha qualcosa da attendere e per cui nutrire speranza.

 

 

Snyder Cut

Vi ricordiamo che il film arriverà sulla piattaforma streaming nel 2021 perché intanto Snyder terminerà la post-produzione che non aveva avuto le risorse per completare, impiegando un budget aggiuntivo tra i 20 e i 30 milioni di dollari. Al momento non è stato ancora ufficializzato se si tratterà di un film di 4 ore o di una mini serie in sei partiQui trovate tutti i dettagli.

Fonte