Durante un’intervista con Jamie Stangroom, Ahmed Best – interprete di Jar Jar – è tornato a parlare dei film di Star Wars e nello specifico del fatto che i prequel come La minaccia fantasma riflettessero maggiormente la visione di George Lucas rispetto ai nuovi film Disney:

Sono rivolti più ai millennial e alla generazione X a cui appartengo… perciò i bambini ne sono un po’ esclusi, e quindi devono ricorrere alle serie animate per la loro dose di Guerre Stellari o a film come La minaccia fantasma. Quello è un film adatto a loro, mentre le nuove versioni di Star War non sono proprio rivolte ai bambini, una cosa per cui George era in realtà contrario. George pensava costantemente ai bambini, diceva che se riesci a catturare i bambini, avrai degli appassionati per 20 anni. Quest’idea che i film debbano essere per adulti è una cosa nuova, in tutta onestà.

Nel corso dell’intervista l’attore ha negato di avere un ruolo nella serie di Obi-Wan spiegando che “la Lucasfilm intende prendere le distanze da Jar Jar”, ma ha confermato che presenterà un gioco a tema intitolato Star Wars: Jedi Temple Challenge per Disney+.

Le cose sono cambiate molto da quanto l’attore ha dovuto fare i conti con un’ondata di polemiche e di critiche per il suo personaggio (a tal punto da pensare di suicidarsi).

È buffo perché, George mi disse una cosa anni fa: i bambini che amano Jar Jar un giorno saranno adulti e continueranno ad amarlo. E aveva ragione… parlo spesso con gente che mi dice: ‘Jar Jar è stato la mia infanzia’ ed è bellissimo. Uno dei motivi per cui ho deciso di fare Jedi Temple Challenge sono proprio quei bambini che mi hanno sollevato il morale. Ora sono adulti e hanno figli a loro volta, perciò voglio continuare a dedicarmi a loro.

Ha poi svelato che la teoria dei fan su Darth Jar Jar (che ha anche spinto un fan a realizzare un FUNKO Pop) ha contribuito diffondere positività:

Le persone che hanno apprezzato la teoria erano quelle a cui Jar Jar non piaceva. […] Ci sono cose che ho fatto con il personaggio che hanno catturato l’attenzione di alcuni [portandoli a formulare quella teoria], ed è buffo pensarci.

Cosa ne pensate delle parole di Ahmed Best? Ditecelo nei commenti!