Uscirà il 27 febbraio in Italia (il 3 gennaio negli USA) il nuovo reboot di The Grudge, saga horror lanciata da Takashi Shimizu che già nel 2004 ha avuto un grandissimo successo con un primo remake statunitense, e oggi vi mostriamo in esclusiva il primo trailer italiano del film, che potete vedere direttamente qui sopra. Questa nuova incarnazione è diretta da Nicolas Pesce, regista di The Eyes of my Mother, è stata prodotta nuovamente dal guru dell’horror Sam Raimi e vede nel cast star del calibro di Andrea Riseborough, Demian Bichir, Lin Shaye, John Cho, Betty Gilpin, William Sadler, e Jackie Weaver.

“La bellezza del franchise di The Grudge,” spiegava il regista qualche settimana fa su Entertainment Weekly, “è che si tratta di una saga antologica: ogni film racconta una storia diversa con personaggi diversi e interazioni diverse con la maledizione. Questo film non è un remake ma un nuovo capitolo in quel canone”.

Ora Pesce, parlando con IGN, entra maggiormente nel dettaglio:

Nella mia testa, i film americani non sono separati da quelli giapponesi, e questo non è slegato dal canone generale. È un’unica, grande cosa, per cui per me era importante il fatto di non limitarsi ad “accennare” al remake americano. Nel trailer la cosa non è chiarissima, ma la maledizione che è arrivata in america è collegata a quella giapponese, quindi i due mondi sono collegati. Stiamo mostrando qualcosa in più sull’impatto che ha avuto quella storia.

Pesce aggiunge che la prima scena del nuovo film sarà ambientata in Giappone e mostrerà come la maledizione ha attraversato il pianeta:

Direi al pubblico di fare molta attenzione a una conversazione telefonica in quella scena… può non sembrare importante, ma in realtà chi conosce gli altri film potrà carpire tantissime informazioni.

La pellicola è ambientata nel 2004, come il remake di Shimizu, e la storia si svolge in una piccola cittadina americana. Andrea Riseborough è una poliziotta che viene coinvolta in un caso legato alla maledizione del primo film.

Tra i produttori del reboot figurano anche Rob Tapert e a Taka Ichise, con Roy Lee, Doug Davison, Joe Drake e Nathan Kahane come produttori esecutivi.

Cosa ne pensate? Commentate qui sotto o sul forum!

Consigliati dalla redazione