Da un paio di giorni è disponibile su Nintendo Switch Pokémon Unite, Moba free to start, con protagonisti i famosissimi mostriciattoli.

Con un post su Twitter  del profilo ufficiale, vengono annunciati quali saranno i primi Pokémon ad aggiungersi al roster di mostriciattoli. Si tratta di Blastoise, unico degli starter di Kanto escluso dalla line up iniziale, e Gardevoir, il Pokémon psico-folletto originario di Hoenn.

Blastoise, Gardevoir e altri Pokémon non vedono l’ora di unirsi a te sull’isola di Aeos.
Non ci saranno dal lancio, ma vi informeremo con maggiori dettagli quando debutteranno su Nintendo Switch.

 

Avete provato il MOBA di Pokémon? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

 

 

Vi ricordiamo che il gioco è disponibile gratuitamente su eShop e debutterà a settembre su dispositivi mobile. Di seguito una breve sinossi:

 

In Pokémon UNITE, i giocatori si sfidano in lotte a squadre 5 contro 5. Durante le lotte, collaboreranno con i propri compagni di squadra per sconfiggere Pokémon selvatici e far salire di livello il proprio Pokémon per farlo evolvere. Dovranno inoltre sconfiggere i Pokémon nemici, cercando allo stesso tempo di segnare più punti della squadra avversaria entro il tempo designato.

Con l’arrivo di Pokémon UNITE per Nintendo Switch ha inizio la prima stagione del gioco, dal titolo “Welcome to Aeos Island!” Il battle pass di questa stagione farà ottenere diverse ricompense, dalla valuta all’interno del gioco agli Holowear.

Pokémon UNITE sarà disponibile per dispositivi mobili a partire da settembre 2021. Questo titolo supporterà la modalità di gioco multipiattaforma tra Nintendo Switch e dispositivi mobili, che consentirà di lottare contro o insieme a giocatori che utilizzano una qualsiasi delle piattaforme. Inoltre, accedendo con l’account Nintendo o del Club Allenatori di Pokémon, sarà possibile utilizzare i dati di gioco da diversi dispositivi. Pokémon UNITE è free-to-start e sono disponibili acquisti facoltativi all’interno del gioco.

 

Fonte: Twitter