Come per tutti gli sport, anche per il basket il 2020 è stato un anno particolare. La NBA ha dovuto accettare le disposizioni della lega che ha scelto di far slittare in avanti la conclusione della stagione in corso, con la parte finale che si sta ancora disputando. Una scelta analoga a quanto avvenuto nella Serie A e in qualsiasi altro massimo campionato di calcio europeo al di fuori della Francia, che ha sospeso le competizioni e assegnato a tavolino la vittoria finale. Una fine che è anche un inizio, perché se i playoff sono ancora di scena e proseguiranno fino alle naturali Finals programmate per ottobre, 2K non si è fermata e ha lanciato NBA 2K21, per la prima volta pubblicato a stagione ancora non iniziata.

 

 

“I giocatori risultano molto lenti, pesanti e soprattutto imprecisi”Con il controller tra le mani è stato facile notare immediatamente una grande transizione dal gameplay del passato a qualcosa di nuovo, che non è detto sia una scelta giusta: c...