Ratchet & Clank: Rift Apart è l’ennesimo rappresentante di una specifica categoria di produzioni in cui Sony sta investendo piuttosto intensivamente negli ultimi anni, consapevole che non si può vivere di soli tripla A, né di progetti la cui gestazione richiede diversi anni prima di essere completata.

Sì, perché il gioco che segna il ritorno in grande stile di una delle coppie di mascotte più apprezzate dal grande pubblico fa parte della stessa famiglia dei vari Marvel’s Spider-Man (sempre di Insomniac Games tra l’altro), di Ghost of Tsushima, di Days Gone e persino del ben più recente Returnal. Parliamo, in buona sostanza di progetti il cui investimento è notevole, non c’è alcun dubbio in merito, ma che si posizionano su una fascia lievemente inferiore rispetto a colossal quali The Last of Us Parte 2, God of War e Uncharted.

Ciò, ovviamente, se comporta produzioni dal respiro lievemente più contenuto, non pregiudica aprioristicamente in alcun modo la qualità fi...