All’indomani di quel Flames of Ambition che aveva anticipato l’introduzione dei Cancelli dell’Oblivion e, soprattutto, aveva azzerato gli skill tree dei videogiocatori, costringendoli così a ricalibrare il proprio stile di gioco, l’operazione di moderata riscrittura dell’MMO di Bethesda continua con Blackwood, sottolineando ulteriormente la volontà degli sviluppatori di svecchiare la loro creatura, così da garantirle una qual certa attrattività anche in pieno 2021, ben sette anni dopo l’esordio avvenuto nell’aprile del 2014.

La nuova espansione, idealmente e praticamente, riprende nello stesso punto dove si era interrotta precedente. Gli eventi che anticipavano all’Oblivion si concretizzano nella minaccia del ritorno del principe daedrico Mehrunes Dagon, folle piano possibile recuperando quattro mistici manufatti e ordito non solo dalla fedele schiera del tiranno, ma persino da alcune frange interne all’Impero stesso.

Intrighi e sospetti, donano alla trama di The ...