Sviluppato da un piccolo studio canadese, The Girl and the Robot narra la storia di una ragazza e di un robot intrappolati in un castello sospeso per aria. I due protagonisti, uniti da un legame apparentemente indissolubile, dovranno farsi largo tra nemici ostili ed enigmi da risolvere, cercando di porre fine alla loro prigionia ed abbandonare finalmente l’angusta fortezza.

I paesaggi fiabeschi, a tratti idilliaci, ci immergono subito in un’atmosfera onirica, che ricorda in maniera non troppo velata i capolavori realizzati da Hayao Miyazaki nei primi anni d’attività, come Nausicaa della Valle del Vento e Laputa – Castello nel Cielo. Ma, ancor di più, The Girl and the Robot sembra trarre ispirazione da Ico, una tra le più belle avventure videoludiche ad oggi realizzate. Eppure, a conti fatti, il titolo sviluppato da Flying Carpets Games si distanzia in maniera netta dall’opera di Fumito Ueda, proponendo delle meccaniche facilmente accostabili ai più classici puzzle game.

The Girl and the Robot screenshot

T...