Ora che l’E3 2021 è alle porte, pur nella sua (odiata da molti, ma necessaria) forma only digital, è assolutamente lecito farsi cogliere da una smodata impazienza. Del resto, da videogiocatori, oltre che da esseri umani, abbiamo sopportato e patito un 2020 avaro di gioie, per usare un eufemismo, un’avarizia di good vibes che ha finito per coinvolgere anche il nostro passatempo preferito, ovviamente. Non solo le nuove uscite sono state poche e martoriate da prevedibili ritardi e imprevisti dell’ultimo secondo; persino la gioia per il debutto della next-gen è stata smorzata dalla difficoltà di approvvigionamento di nuove console e da un rodaggio piuttosto lungo, interrotto solo recentemente dalla pubblicazione, su PlayStation 5, di Returnal e Ratchet & Clank: Rift Apart.

Inevitabile, insomma, avere aspettative altissime per questo E3 alle porte, evento che da domani, si spera, ci offrirà tante buone ragioni per guardare con fiducia e speranza ai prossimi mesi ...