Platinum Games è la software house di riferimento per gli amanti dell’action “stiloso” giapponese, quel sottogenere nato da un certo Devil May Cry. Nier fu invece un JRPG bizzarro, nato da una costola dell’apprezzata quanto di nicchia saga di Drakengard, prodotto da Square Enix e divenuto nel tempo uno di quei giochi considerati capolavori incompresi.

nier screenshot

Graficamente il gioco non fa gridare al miracolo ma ha uno stile davvero azzeccato e scorre via fluido a 60 FPS

Nier aveva un’atmosfera incredibile, una storia affascinante e ben scritta. E poi c’era quel gameplay all’apparenza da action RPG, ma che sapeva sorprenderti costantemente con idee assurde pescate dai generi ludici più disparati. Come non citare le boss-fight costruite come se qualcuno avesse teletrasportato il protagonista in uno shoot ’em up da sala giochi? E quella missione che sembrava un’avventura testuale? Senza dimenticare una delle colonne sonore migliori della storia, e non stiamo esagerando.

 

 

Insomma, se non avete ancora avuto l’occasione di giocarlo, recuperatelo, ne vale davvero la pena.

Ma perché abbiamo citato questi due elementi apparentemente lontanissimi tra loro? Square Enix, contro ogni possibile previsione, nel 2015 annunciò il seguito Nier: Automata, scritto e diretto dall’autore originale Taro Yoko. Come se questo non fosse stato sufficiente per far felici i fan, il progetto era stato commissionato a Platinum Games. Parte del team di sviluppo originale sta infatti collaborando con i talentuosi creatori di Bayonetta, Vanquish, Metal Gear Rising: Revengeance e compagni per creare un’originale commistione tra il genere action e JRPG. Abbiamo la vostra attenzione finalmente? Bene, perché ieri abbiamo passato il pomeriggio in compagnia della demo appena rilasciata sullo Store Playstation e siamo rimasti estasiati.

NieR: Automata screenshot

Potremo scegliere tra due coppie di lame. Nel gioco finale forse avremo diverse armi da utilizzare?

Siamo in un futuro post apocalittico e gli avvenimenti prendono luogo diversi anni dopo il quarto finale del primo Nier (sì quarto, avete letto bene). L’umanità è sotto attacco, degli invasori robotici hanno preso possesso della terra, costringendo i superstiti a rifugiarsi sulla luna. La resistenza è formata dalle forze note come YoRHa, composte da androidi da combattimento. Il gioco ci metterà nei panni di 2B, uno dei robot guerrieri, dalle fattezze femminili. Siamo molto curiosi di approfondire la trama, ma la demo non svela molto presentandoci solo un secondo personaggio, 9S. E forse è meglio così, la scopriremo una volta che avremo in mano il gioco completo.

Quello che invece la demo fa molto bene è permetterci di saggiare il gameplay. Il sistema di combattimento è al centro dell’esperienza e mostra affinità evidenti con Bayonetta e Metal Gear Rising: Revengeance. Velocissimo e basato su attacchi corpo a corpo, offre una profondità tecnica non indifferente, grazie a tempi ben calcolati, da studiare per poter concatenare efficaci combo e avere la meglio contro gruppi numerosi di nemici.

“Il repentino cambio di inquadrature è semplicemente esaltante, capace da solo di rendere costantemente interessante il sistema di combattimento”

La nostra protagonista è inoltre accompagnata da un robot volante in grado di sparare colpi a raffica, che possiamo controllare direttamente proprio come in un twin stick shooter. E proprio come l’originale Nier, anche Automata si diverte a contaminare il gameplay con elementi da sparatutto a scorrimento spostando l’inquadratura su un lato o a volo d’uccello. Lo schermo si riempirà di proiettili da evitare mentre il giocatore è chiamato a contrastare i nemici sparando e muovendosi rapidamente in due dimensioni. Il repentino cambio di inquadrature è semplicemente esaltante, capace da solo di rendere costantemente interessante il sistema di combattimento. Senza dimenticare l’epica boss-fight. Il livello della demo è una sorta di raffineria in alto mare. Ecco, l’enorme robot da sconfiggere al termine di questa versione di prova si rivela essere la stazione stessa!

NieR: Automata screenshot

Il character design è davvero notevole, non travate?

Siamo rimasti impressionati dal lavoro di Platinum Games e Taro Yoko. Nier: Automata sembra capace di riassumere i punti forti di entrambi, ovvero una giocabilità spettacolare e profonda con atmosfere e narrazione eccellenti. Non vediamo l’ora di scoprire come quanto di buono provato si svilupperà nell’arco di un’avventura intera. Il gioco arriverà il 10 marzo 2017 su Playstation 4 e in una data non ancora precisata anche su PC. Restate sintonizzati sulle pagine di BadGames.it per tutti i prossimi aggiornamenti.