Fra seguiti e nuove IP ecco il nostro (lungo) excursus nei giochi del prossimo anno…

Il 2013 ha visto il lancio di Xbox One e Playstation 4 ma, nonostante le promesse, almeno per ora le due nuove console faticano a convincere i giocatori. Le esclusive uscite finora non fanno certo gridare al miracolo mentre, incredibilmente, sono i titoli multipiattaforma a dare le soddisfazioni maggiori.

Il prossimo anno promette di essere diverso e, finalmente, sia Sony che Microsoft saranno chiamate a dar conto agli utenti delle promesse fatte negli ultimi mesi. Fra un nuovo Assassin's Creeed, l'atteso ritorno di Nathan Drake, Titanfall e, forse, un nuovo Zelda, il 2014 videoludico si prospetta decisamente interessante e, non c'è bisogno nemmeno di sottolinearlo, noi di Badgames non vediamo l'ora di raccontarvelo.


Assassin’s Creed V

Dopo l'ottimo Black Flag Ubisoft dovrà dimostrare che il successo di Edwark Kenway non fu immeritato. Il nuovo Assassin's Creed molto probabilmente si ambienterà sulle sponde del mediterraneo (forse in Egitto), andando ad esplorare l'antichità classica. Al momento da Montreal non filtra nessuna informazione, tuttavia è probabile che si sappia qualcosa già nei primi mesi di quest'anno.

 

Halo 5

Di Halo 5 abbiamo visto solo un trailer e, dall'E3, Microsoft non ha rilasciato nessuna nuova informazione se non una vaghissima data di lancio fissata per l'improbabile 31 dicembre 2014. Halo 4 ci aveva convinti e 343 Industries ha dimostrato di saper gestire piuttosto bene la pesante eredità di Bungie, confezionando una trama interessante e un gioco perfettamente in linea con le aspettative. Probabilmente all'E3 2014 sapremo qualcosa di più.

 

CoD next gen

Ghosts non ha avuto il successo atteso e, seppur senza drammi, si inizia ad intravedere qualche crepa nell'oliatissima macchina di Activision. Il prossimo capitolo della serie non potrà permettersi errori e avrà l'ingrato compito di riconquistare i favori dei fan delusi dagli ultimi scivoloni.

 

The Crew

Con la morte di Criterion e della serie di Burnout il mondo dei giochi di guida arcade necessita di nuove leve e Ubisoft, con The Crew, desidera inserirsi proprio in questo fortunato filone. Il titolo promette un mondo open world immenso e una serie di eventi competitivi da affrontare in multiplayer.

 

Dark Souls II

Morire, morire e morire ancora. I giocatori ricordano Dark Souls e Demon's Souls per un motivo semplice: si moriva tantissimo. Funcom non ha mai avuto pietà e i suoi giochi di ruolo rappresentano l'apice del nerdismo applicato al gaming. Il seguito di Dark Souls porterà avanti questa tradizione, preparate le armi.

 

The Elder Scrolls Online

Se esiste uno sviluppatore in grado di competere con i giganti degli MMO quello è Bethesda. Il mondo di The Elder Scrolls è vasto, profondo e pieno di misteri, l'ambientazione ideale per un gioco online epico ed accattivante. Skyrim è stato un successo straordinario, vedremo se la magia si ripeterà anche nell'inedita veste multigiocatore

 

Hotline Miami 2: Wrong Number

Hotline Miami è stato uno dei titoli indie più celebrati, con questo sequel Dennetion Games intende riproporre la stessa formula di gioco, con più personaggi, una trama ancora più divertente e, ovviamente, una dose di violenza decisamente più massiccia.

 

Infamous: Second Son

L'esclusiva Playstation 4 di Sucker Punch ci metterà nei panni di un nuovo "mutante" stavolta capace di mutarsi in fumo e di controllare le nebbie. Costruito sulla stessa base dei due capitoli precedenti, Second Son dovrà portare il brand alla maturità limando alcuni piccoli difetti come il sistema di combattimento o la trama troppo lineare.

Murasaki Baby

Sviluppato dall'italianissima Ovosonico, Murasaki Baby è un platform/puzzle per PSVita dalle ambientazioni burtoniane. Particolarissimo nel design, il gioco ci accompagna in un viaggio fatato fra realtà ed immaginazione, il tutto accompagnato da musiche surreali e personaggi ancora più stranianti.

 

The Order: 1886

Sviluppato da Ready at Dawn, questo gioco è ancora in massima parte avvolto nel mistero. Tutto quello che sappiamo si basa sui pochi screenshot messi a disposizione della stampa e su uno scarno trailer di annuncio. Nei panni di un militare esploreremo varie città di quella che sembra essere un'inghilterra vittoriana distopica e steampunk, ci scontreremo con una misteriosa piaga che sta decimando la popolazione e, tanto per cambiare, avremo a che fare con un terribile culto dedito alla magia oscura.

 

Titanfall

Il primo progetto di Respawn Entertainment ha attorno un hype senza precedenti. Vince e Zampella hanno rivoluzionato il mondo dei videogiochi con il primo Call of Duty e da Titantfall il pubblico non si aspetta nulla di meno. Fra robottoni e scontri apocalittici, l'esclusiva Xbox One più attesa di inizio 2014 riuscirà a farci dimenticare CoD e Battlefield?

 

Quantum Break

Remedy lavora sempre in massima segretezza e, anche con Quantum Break, le informazioni disponibili sono ridotte al lumicino. Sappiamo che il gioco verterà su alcune persone dotate di poteri paranormali e che, in qualche modo, il gameplay sarà collegato a una serie televisiva in arrivo nei prossimi mesi. Per ora tutto è molto fumoso, ma abbiamo una fiducia pressoché illimitata nei confronti dei creatori di Max Payne e Alan Wake.

Uncharted 4 

Del nuovo titolo dei Naughty Dog si sa poco o niente, se non che è in lavorazione per Playstation 4. Nathan Drake tornerà a vivere mirabolanti avventure sulle nostre console di nuova generazione oppure cederà il passo a qualche altro personaggio, magari un giovane Sally o lo storico antenato Sir. Francis Drake? Per ora è ancora presto per dirlo viste le pochissime informazioni in circolazione, ma di una cosa siamo certi: sarà di sicuro spettacolare come lo è sempre stato ogni episodio della saga!

 

Metal Gear Solid V: Ground Zeroes

La notizia che Metal Gear Solid V sarebbe stato diviso in due parti non è stata accolta in maniera positiva da tutto il pubblico. I dubbi che si tratti di una semplice operazione commerciale per spillare soldi ai fan sono fondati, ma sembra che Kojima inserirà in questo prologo tutta una serie di contenuti che varranno la candela. Una struttura oper world, nuovo set di animazioni ed azioni, storia appassionante, spiegazioni sul passato di Big Boss. Insomma, gli ingredienti per un gioco di un certo peso ci sono tutti, ora sta a Kojima metterli insieme per produrre un gran titolo.

 

Bayonetta 2

La sexy strega di Platinum Games e Sega sembra intenzionata a tornare più in forma che mai. Abbiamo già avuto modo di testare questo titolo in diverse occasioni ed abbiamo constatato che Bayonetta picchia come e più di prima. L’action game ideato da Hideki Kamiya è come sempre folle nello stile e accurato nel battle system, con combattimenti adrenalinici e capaci di mettere alla prova il giocatore. L’idea di giocarlo su Wii U potrebbe far storcere il naso a qualcuno, soprattutto per una certa scomodità del pad in giochi d’azione come questo, ma se non fosse stato per Nintendo, a quest’ora non vi staremmo parlando di Bayonetta 2.

 

Castlevania: Lord of Shadows 2

Il reboot di Mercury Steam ha regalato ai fan della serie Konami dei Castlevania in tre dimensioni finalmente ben realizzati e divertenti da giocare. Gli esperimenti precedenti avevano pesantemente fallito ma con Lord of Shadows si sono gettate le basi per una nuova serie. Lord of Shadows 2 promette di essere ancora più grande, spettacolare ed interessante del suo predecessore, con colpi di scena non da poco nella trama e combattimenti all’ultimo sangue. Impersonare dracula è poi un vero e proprio colpo di genio, che farà esaltare più di qualche giocatore. 

Persona 5

Persona 5 è un titolo ancora avvolto nel mistero, di cui si sa davvero molto poco. Lo spin off di Shin Megami Tensei è in sviluppo da parecchi anni e sembra adotterà il medesimo motore grafico di Catherine, il puzzle game Atlus uscito qualche anno fa per Playstation 3 e XBox 360. Persona 5 avrà poi come tema la schiavitù, anche se non è ben chiaro in che modo sarà sviluppato in quanto l’unica immagine disponibile riguarda delle sedie con attaccate delle catene. Le aspettative sono comunque altissime: dopo Persona 4, uno dei migliori giochi di ruolo degli ultimi anni, gli occhi sono tutti puntati su Atlus visto che potremmo trovarci tra le mani una vera e propria perla del genere JRPG.

 

Zelda: Hyrule Warriors 

Sviluppato in collaborazione con Tecmo Koei,  dovrebbe fare da spin off alla serie principale dell’Eroe del Tempo. Un Dynasty Warriors in salsa Hyrule, un hack and slash su larga scala condito dai familiari simboli del franchise: bombe, moblin e Master Sword. Nintendo non è nuova alle partnership, e nella storia della casa ricordiamo molti fortuiti team-up (Metroid: Other M, sempre Tecmo Koei e lo stesso Zelda, con Oracle of Ages e Oracle of Seasons di Capcom). Malgrado questo, grande è il timore che gli elementi distintivi della serie possano risultare snaturati.

 

Yoshi’s New Island

Terzo capitolo della serie dedicata alle peripezie di Yoshi con le versioni baby dei beniamini Nintendo.
Il titolo, a giudicare dal trailer, sembra discostarsi poco dai suoi predecessori. Il goloso dinosauro verde dovrà di nuovo trasportare un Mario piagnucoloso attraverso colorate terre dalle tinte pastello. La grafica dei personaggi ricorda molto gli sprite prerenderizzati di Donkey Kong Country, mentre il gameplay sembra richiamare i capitoli passati. In attesa di novità, attendiamo placidamente quella che probabilmente diventerà una divertente aggiunta al sempre ricco catalogo 3DS. 

Mario Kart 8

Mario Kart entra nell’alta definizione con una grafica che sicuramente conquisterà gli aficionados del gioco di corse targato Nintendo.
Animazioni a 60FPS e modelli iperdettagliati non sono le uniche armi nell’arsenale di Mario Kart 8. Con questo capitolo infatti entra in pista l’ “anti-gravità”. Il nuovo elemento di gameplay, che deve moltissimo a F-Zero, Mario Galaxy e Crash Nitro Kart, condizionerà pesantemente l’esperienza di gioco, offrendo piste mozzafiato che sfidano la forza di gravità in modi totalmente nuovi e inaspettati. Si segnala inoltre il ritorno di alcune innovazioni dei capitoli passati, quali moto, deltaplano e corse subacquee. Un must buy annunciato.

Odd World: New ‘n’ Tasty!

L’universo espanso di Oddworld si prepara a ritornare su console con un remake del primo leggendario capitolo.
Il reboot, annunciato ormai quattro anni fa, tra rimandi e smentite, sarà finalmente disponibile sulle console next gen di Sony e Nintendo, insieme ai sistemi operativi Apple e Linux.
Le nuove ambientazioni in HD saranno garantite dal motore Unity, capace di gestire modelli poligonali e fisica degli elementi, mentre il gameplay incorporerà elementi originali e gradite novità.
Insomma titolo ha le carte in tavola per diventare uno dei più scaricati dell’anno.

Donkey Kong Country: Tropical Freeze

Sconfitti una volta per tutte gli scagliosi Kremling, Donkey Kong e compagnia berciante dovranno affrontare un’orda di temibili vichinghi.
Ritorna il platforming in 3D made in Retro Studios, ora potenziato da una grafica ad alta definizione e due nuovi personaggi.
Cranky e Dixie Kong accompagneranno Diddy e Donkey Kong nella gelida missione, aiutando il duo con una serie di utili abilità. Come nel suo precursore, la possibilità di giocare i livelli in cooperativa o comandando entrambe le scimmie offrirà una buona varietà all’esperienza di gameplay.

 

Super Smash Bros.

C’è davvero bisogno di presentazioni? Il picchiaduro-crossover definitivo, il sogno bagnato di ogni over- 20, l’unico titolo che permette di dare veramente risposta alla domanda: chi è più forte tra Mario, Mega Man e Sonic?
Nata da una modesta operazione nostalgia, la saga di Smash Bros, con il suo gameplay immediato e inaspettatamente profondo, è ormai diventata un appuntamento fisso per ogni appassionato. I due nuovi titoli per 3DS e Wii U promettono una valanga di nuovi personaggi provenienti dai giochi più svariati.
La meccanica dei combattimenti dovrebbe distaccarsi dalle dinamiche casual di Brawl e spostarsi verso modalità di scontro competitivo più affini a Melee. Motivo in più per attenzionare il gioco.

 

Dragon Age: Inquisition

Dopo un primo capitolo ottimo, Dragon Age II non è piaciuto a molti, per la semplificazione della componente ruolistica e per una sensazione generale di poca cura, elementi imputati alle presunte pressioni del publisher EA fatte al team di sviluppo, BioWare. Il terzo capitolo della serie, Dragon Age: Inquistion è ormai in sviluppo da tempo, e già ha subito grossi ritardi, segnali solitamente mai positivi, e poco ne è stato realmente mostrato. Nonostante ciò, si tratta comunque di un gioco di ruolo di sostanza, in mano a persone esperte del genere, e per questo lo attendiamo con interesse.

Tom Clancy's The Division

Unica vera sorpresa dello scorso E3, Clancy's The Division promette di essere uno dei giochi dell'anno. Intriga la sua commistione tra elementi di gioco shooter e ruolistici, piace l'ambientazione quasi post apocalittica ma ancora plausibile, sorprende il suo nuovo motore grafico, che promette una elevatissima qualità visiva. Siamo curiosi di vedere come gli sviluppatori gestiranno l'enorme libertà data da un vasto mondo di gioco, forse la vera sfida di un titolo che potenzialmente può essere tra i migliori dell'anno.

 

Rainbow 6: Patriots

Rainbow 6: Patriots sta subendo uno sviluppo travagliato. Il titolo era stato annunciato nel 2011 sulla rivista Game Informer, poi se ne sono perse progressivamente le tracce, fino all'ultima notizia, di poco tempo fa, secondo la quale lo sviluppo era ripartito da zero a causa della scarsa qualità dei risultati fino a quel momento raggiunti. Il nuovo episodio di una delle saghe più amate dagli appassionati di FPS tattici dovrebbe comunque farcela ad arrivare sulle console di ottava generazione entro il 2014, e facendo parte di quei giocatori, ce lo auguriamo davvero.

 

Watchdogs

Watchdogs sarebbe dovuto essere il titolo con il quale si sarebbe presentata la nuova generazione di console, e invece a pochi giorni dalla sua uscita è arrivata la notizia del suo rinvio e non abbiamo ancora una data precisa, ma solo una più generica “primavera 2014”. Il titolo di Ubisoft, tra quelli in arrivo nell'anno corrente, è tra quelli che abbiamo avuto modo di provare maggiormente, e proprio per questo, unitamente al fatto che si tratta di un progetto nuovo e non dell'ennesimo seguito, è tra quelli che più attendiamo, perché dopo averne assaggiato le qualità non possiamo non desiderare l'intera portata.

 

The Witcher 3

La serie The Witcher ha rappresentato una importante sterzata rispetto ai canoni del videogioco di ruolo occidentale tradizionale, basato nella maggior parte dei casi sui magici e rassicuranti contesti di Dungeons & Dragons. Si tratta di produzioni sì fantasy, ma decisamente più mature rispetto a molti altri titoli del genere, ed il nuovo episodio non farà certamente eccezione. Quella che sarà l'ultima avventura di Geralt di Rivia promette di essere anche la più ricca, grazie al passaggio ad una struttura open world, che se dovesse essere ben valorizzata potrebbe fornire una libertà pressoché assoluta

 

Mass Effect 4

Ci sono possibilità che Mass Effect 4, o comunque verrà chiamato il prossimo titolo della serie, uscirà nel corso del 2014. Poche probabilmente, ma ci sono, visto che il gioco, stando all'ultimo aggiornamento sul suo sviluppo, è arrivato ad una forma giocabile. Siamo curiosissimi di sapere quale forma BioWare darà al nuovo episodio, in quale contesto sarà ambientato, quali personaggi ritroveremo, se avremo modo di tornare a indossare i panni di Shepard, proseguendo una storia che gli sviluppatori hanno detto essere conclusa. Speriamo di poterlo fare nei prossimi dodici mesi.