Qualunque sia la vostra posizione sociale, qualunque sia il lavoro che fate, a prescindere dalla zona del mondo in cui vivete, difficilmente il 2020 è stato fonte di innumerevoli gioie e foriero di momenti spensierati passati in compagnia.

Sono stati 365 giorni difficili, complessi, a tratti interminabili e dannatamente ripetitivi, caratterizzati da una routine fatta anche di bollettini di fine giornata e notizie sempre più scoraggianti. Volevamo il bis di Dark Souls e ci è parso che Dark Souls sia finito per invadere la “vita vera”, costringendoci a tramutarci in guerrieri impassibili che resistono ai piccoli e grandi drammi che abbiamo vissuto in prima persona in questo estenuante stillicidio, in questa opprimente ordalia che chiamiamo e chiameremo 2020.

Abbiamo sbloccato qualche Trofeo, o Achievement fate voi, anche solo per essere ancora in piedi nonostante tutto, ma è innegabile che una bella mano per sopravvivere a tutto questo l’abbiamo avuta dai fidati e sempre più i...