L’arrivo nei cinema di Revenant – Redivivo, il film di Alejandro G. Inarritu con Leonardo DiCaprio e Tom Hardy, è stato accompagnato da una pletora di meme in cui veniva ironizzato sul fatto che, durante la Notte degli Oscar, sarà l’orso protagonista di una scena particolarmente intensa a strappare la statuetta dorata a DiCaprio.

Il grizzly è, difatti, al centro del segmento in cui Hugh Glass viene aggredito e dato quasi per spacciato a causa delle ferite e lacerazioni riportate.

Come noto, la star ha dovuto interagire sulla scena con due stuntman e la figura digitale del gigantesco animale è stata ricostruita digitalmente in post-produzione.

Global News ha avuto la possibilità d’intervistare Glenn Ennis, l’esperto stuntman con 15 anni di mestiere alle spalle, che ha indossato la “tuta blu” dell’urside per la maggior parte del tempo.

Avevano due statunitensi che si sono occupati delle prove, di impostare tutta la routine della scena. Uno è finito in ospedale per sfinimento e spossatezza. Si tratta di prendere una persona, scaraventarla in giro, ribaltarla, attaccarla. Correre sulle tue mani e piedi per dieci metri non è semplice se sei di corporatura imponente ed è un processo non-stop per ben due minuti. Quando questo tizio è finito in ospedale, ho ricevuto una telefonata da Vancouver chiedendomi se potevo raggiungere il set. Ho imparato la routine velocemente. Era richiesta autenticità, la capacità di replicare i movimenti di un orso. Forse il mio background nella recitazione mi ha aiutato. In ogni caso, per evitare lo sfinimento fisico, era impossibile che a girare la scena fosse una persona sola. Ma io sono stato l’orso numero uno […]

Durante le prove indossavo una tutta blu con la testa di un orso […] Inarritu è stato chiaro fin dal principio circa il realismo che questa scena richiedeva.

Il giornalista fa notare allo stunt che per molte persone avere la possibilità di rotolarsi nella foresta insieme a Leonardo DiCaprio sarebbe un vero e proprio sogno. Ennis ha un’opinione vagamente diversa:

Sì, per il 20% del tempo ho fatto proprio quello. La parte divertente è questa: se fate caso alla testa dell’orso nell’immagine… Volevano che la sua testa, la sua bocca fosse nella parte bassa della schiena di DiCaprio. Dovevo afferrare la sua giacca con la mano per far sì da dare l’impressione che l’orso gli stesse lacerando la giacca. Per far sì che la testa della bestia si trovasse in quella posizione, fondamentalmente la mia testa doveva stare fra le sue chiappe. La mia faccia è stata a stretto contatto col sedere di DiCaprio per un buon quantitativo di tempo. Capisco che per molte persone ciò sia come un sogno, ma per me non lo è stato!

 

 

Tratto da una storia vera, Revenant – Redivivo è un’esperienza cinematografica profonda e totale che racconta l’epica avventura di un uomo che cerca di sopravvivere grazie alla straordinaria forza del proprio spirito. In una spedizione nelle vergini terre americane, l’esploratore Hugh Glass (Leonardo Di Caprio) viene brutalmente attaccato da un orso e dato per morto dai membri del suo stesso gruppo di cacciatori. Nella sua lotta per la sopravvivenza, Glass sopporta inimmaginabili sofferenze, tra cui anche il tradimento del suo compagno John Fitzgerald (Tom Hardy). Mosso da una profonda determinazione e dall’amore per la sua famiglia, Glass dovrà superare un duro inverno nell’implacabile tentativo di sopravvivere e di trovare la sua redenzione. Revenant è diretto e co-scritto dal famoso regista, vincitore del premio Oscar, Alejandro González Iñárritu (Birdman, Babel).