Ieri sera Variety ha gettato gli utenti di Twitter nel caos per aver pubblicato – per sbaglio – il necrologio di Terry Gilliam.

All’articolo già pronto – come potete constatare da questo screen – mancava solamente l’età di decesso del regista.

Il regista Terry Gilliam,” – si leggeva – “l’unico componente americano del gruppo comico dei Monty Pyton e candidato all’Oscar per la sceneggiatura di Brazil, è morto“.

La testata ha subito il rimosso il tweet e ha poi pubblicato le sue scuse:

Variety ha erroneamente pubblicato un articolo sulla morte di Terry Gilliam. Siamo profondamente dispiaciuti per l’accaduto.

La cosa non è sfuggita al regista in persona, che sulla sua pagina FB ha postato una simpatica foto e un’ironica risposta:

Mi scuso se sono morto, specialmente con chi ha già acquistato i biglietti per i prossimi incontri, ma a quanto pare per Variety sono deceduto. Non credete alle loro scuse!

Nel cartello si legge: "Aveva solo 30 anni! Le cattive recensioni di Variety lo hanno fatto invecchiare".

Nel cartello si legge: “Aveva solo 30 anni! Le cattive recensioni di Variety lo hanno fatto invecchiare”.