Attenzione: contiene spoiler sulla trama e sui personaggi di Guardiani della Galassia Vol. 2

Terminato l’embargo in U.S.A. su Guardiani della Galassia Vol. 2, iniziano a diffondersi molti dettagli raccolti nel corso di varie set visit da parte della stampa di settore. Ecco alcune delle informazioni sulla trama e sui personaggi del film che stanno circolando nelle ultime ore:

  • Il sequel è ambientato 3 mesi dopo il primo capitolo.
  • I Guardiani sono un nuovo team della galassia che stipulano accordi in cambio di servizi, a pagamento. Li ritroviamo mentre vanno a salvare un popolo (The Sovereign People) da un mostro inter-dimensionale che minaccia di divorare la fonte di energia del loro pianeta. Per ricompensare i Guardiani, i committenti hanno catturato Nebula e sono pronti a scambiarla come ostaggio se Star-Lord e gli altri uccideranno la bestia.
  • I Guardiani intendono portare Nebula sul pianeta Xandar e consegnarla alla Nova Corps., ma qualcosa va storto e il viaggio si complica.
  • Dopo la sconfitta del mostro inter-dimensionale, sembra che Rocket non veda di buon occhio Nebula come pagamento per l’impresa. Così, ruba alcune delle batterie energetiche del pianeta appena salvato, facendo arrabbiare la leader del popolo, Ayesha, che assume i Ravager per inseguire i Guardiani e recuperare le batterie.
  • Gli esseri come Ayesha hanno uno spiccato senso del decoro e dell’etichetta. Il furto compiuto da Rocket li offende in maniera profonda, e sembra che vogliano a tutti i costi ripristinare il loro onore calpestato.
  • Yondu tenta di convincere i Ravager a non inseguire Quill e il resto della squadra, ma nessuno lo ascolta. A quel punto, Teaserface conduce con successo una ribellione sostituisce Yondu come leader.
  • Il gruppo sarà diviso in due all’inizio del film, e la domanda posta al pubblico sarà “se e quando” tutti si potranno riunire.
  • I due villain principali sono Ayesha e Teaserface, che Kevin Feige descrive come “meno ambiziosi di Ronan”
  • Grazie alla leggenda dei Guardiani dopo la sconfitta di Ronan e a Peter che rimane illeso dopo aver avuto a che fare con una delle Gemme dell’Infinito, il mito che circonda la squadra arriva alle orecchie di Ego, che sopraggiunge alla ricerca di suo figlio. Sembra che Ego sia stato alla ricerca di Peter per molto tempo, da quando Yondu non gli ha più consegnato Quill.
  • A viaggiare con Ego è la sua assistente personale, Mantis. È descritta come molto naive, a tal punto da far sembrare Drax un uomo di mondo al confronto. Kevin Feige ha raccontato che Pom Klementieff ha dovuto passare molti provini per avere la parte. Come dichiarato da Feige:

 “James [Gunn] stava facendo qualcosa di unico con Mantis, che non ha mai incontrato nessuno o altri umani prima dell’incontro con i Guardiani. Viene introdotta nella storia insieme al personaggio di Kurt Russell, e non conosce molto del mondo. C’è tutto un discorso sui legami tra i personaggi, e lei e Drax passano parecchio tempo insieme”.

  • Nel trattamento originale di Gunn era presente un altro Guardiano, la cui presenza è stata poi tagliata in fase di revisione dello script. Gunn ha comunque dichiarato che il personaggio apparirà in film futuri del franchise.

In una delle sue ultime dichiarazioni, il Presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha poi sottolineato come i Guardiani siano cambiati dal primo film:

Non ci vuole molto a rendere Peter Quill più cazzone. Sì, ora c’è una pomposità maggiore nei Guardiani perché sono tutti cresciuti, un po’ come una band che suona in un garage e che poi conquista la fama. L’ego di tutti è cresciuto, anche se quello di Drax non molto. Ma vale più o meno per tutti loro, e in particolar modo per Peter Quill!

Feige ha inoltre lodato la capacità di Gunn di confezionare un film equilibrato nel divertimento e nelle emozioni, capace di restituire un messaggio forte e non cinico senza perdere lo spirito di entertainment, tipico del franchise, inaugurato con primo capitolo:

[I Guardiani] Sono una vera famiglia e sentirete molto James [Gunn] spingere su questo tasto. Una delle cose che rende James speciale come regista e come sceneggiatore è che nel film, per quanto sia tutto divertente e buffo, tra Baby Groot e gente ammazzata in tutti i modi, è anche tutto estremamente emozionale e, in ultima analisi, non cinico. È una combinazione molto speciale e James è assolutamente perfetto, la vera pietra angolare di tutto il film.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Le riprese del film hanno avuto inizio a febbraio ad Atlanta e si sono concluse il 16 giugno.

Al ritmo dell’Awesome Mixtape #2, Guardiani della Galassia Vol. 2 prosegue narrando le avventure dei Guardiani mentre si inoltrano ai confini del cosmo. La squadra deve lottare per restare unita come una famiglia quando scopre i misteri sul vero padre di Peter Quill.

Vecchi nemici diventeranno nuovi alleati e i personaggi preferiti dei fan tratti dai fumetti classici giungeranno in soccorso dei nostri eroi. L’Universo Cinematografico Marvel continua ad espandersi.

Nel film tornano Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Michael Rooker, Karen Gillan, Vin Diesel, Bradley Cooper, Sean Gunn e Glenn Close. Tra le new entry Kurt Russell, Pom Klementieff, Elizabeth Debicki e Chris Sullivan.

L’uscita è fissata per il 5 maggio 2017, per il 25 aprile 2017 in Italia.

Fonti: CBM, CB, (2)