Dopo John Wick: Chapter 2, il franchise con Keanu Reeves potrebbe prendere varie direzioni, potenzialmente anche su media diversi. Il condizionale è d’obbligo, perché ancora non ci sono dichiarazioni ufficiali. Tuttavia, Reeves ha un atteggiamento possibilista circa una possibile prosecuzione della serie, e il regista Chad Stahelski ha accennato a un interesse, da parte della Lionsgate, allo sviluppo di un’eventuale serie tv sul personaggio visto sul grande schermo.

Dalle ultime dichiarazioni del regista:

Non stiamo facendo un prequel [con il secondo film]. Volevamo, ma non si legava bene con la vicenda alla quale eravamo arrivati. Essenzialmente, abbiamo quasi un prequel già scritto, ma lo abbiamo messo da parte per eventuali altri progetti del franchise. La Lionsgate è molto interessata a una serie televisiva su John Wick. È un’idea stimolante, perché credo che in televisione si potrebbe davvero espandere la vicenda, in maniera più approfondita di quanto non si possa fare in un film di due ore.

Reeves, dal canto suo, ha sottolineato come nel secondo capitolo la battaglia di John Wick sia ancora più personale:

John Wick 2 si svolge, probabilmente, cinque anni dopo [il primo capitolo] e coinvolge qualcuno che ha strettamente a che fare con il passato di John. Essenzialmente, se [John] non esegue delle istruzioni, sarà fatto fuori. (…) Si tratta, in fin dei conti, di una missione per riavere indietro la sua vita. Per me, si tratta di John che combatte per John.

Circa l’idea di un terzo film, Reeves si è detto disponibile a prendervi parte:

Assolutamente sì. Amo il personaggio e il suo mondo. Poi dipende dal pubblico, e su questo incrociamo le dita perché è dagli spettatori che dipende la possibilità di farne un altro. Se [il secondo film] piacerà, io sono disponibile.

Non resta che attendere ulteriori sviluppi circa l’eventuale prosecuzione della saga. Nel frattempo, John Wick: Chapter Two approda nelle sale statunitensi il 10 febbraio 2017.

Tra le new entry troviamo Riccardo Scamarcio (di recente in Il Sapore del Successo), Ruby Rose (Resident Evil: The Final Chapter) e Peter Stormare (Fargo), che si uniscono ai Comon e Ian McShane. Di ritorno, dopo una parte nel primo film, anche John Leguizamo, Bridget Moynahan, Thomas Sadoski e Lance Reddick.

Alla regia è tornato Chad Stahelski, già regista della prima pellicola insieme a David Leitch, mentre la sceneggiatura è firmata da Derek Kolstad. Alla produzione troviamo Basil Iwanyk della Thunder Road.

Sviluppato con un budget di 20 milioni di dollari, il primo film ne ha incassati in tutto il mondo ben 78.

Fonti: EWCB