È finalmente disponibile su Netflix in tutto il mondo Mute, il nuovo film di Duncan Jones, regista di pellicole come Moon e Warcraft – L’Inizio.

Progetto molto caro a Jones, che ne iniziò lo sviluppo sedici anni fa, in un primo momento stava per uscire in una versione a fumetti per la Dark Horse fino ad arrivare, nel 2016, alla sua forma definitiva grazie a un accordo di distribuzione globale con Netflix. Ma in questi anni, spiega Jones in un’intervista a Deadline, c’è stata una fase nella quale sembrava economicamente più sensato realizzare un film in motion capture:

A un certo punto abbiamo cercato di attirare l’attenzione di nuovi finanziatori proponendolo come film d’animazione in motion capture. Ma contro di noi avevamo il fatto che la sceneggiatura fosse così dark e difficile, e il soggetto fosse così poco convenzionale rispetto a qualsiasi altra cosa prodotta solitamente dagli studios. Alla fine ci siamo resi conto che non saremmo riusciti a farlo in quel modo.

Alla fine il produttore Stuart Fenegan è riuscito a combinare nella maniera giusta budget e cast, coinvolgendo star come Alexander Skarsgard e Paul Rudd.

Qui sotto potete vedere diverse immagini tratte dal film:

 

 

Il film segue le avventure di Leo (Skarsgård), un uomo muto in cerca di una persona scomparsa nell’anno 2052 a Berlino, che si trova a duellare con due furfanti interpretati da Rudd e Theroux.

Jones ha scritto il copione insieme Michael Robert Johnson (Sherlock Holmes). Charles J.D. Schlissel sarà il produttore esecutivo insieme ai co-produttori Henning Molfenter, Charlie Woebcken, Christoph Fisser dello Studio Babelsberg.

Mute è una sintesi di tutto ciò che mi affascina: noir, fantascienza e persone uniche che affrontano dei problemi dovuti a chi sono e a cosa sono. Sono lieto di poter tornare a Berlino per le riprese, una città in cui ho vissuto per un periodo di tempo, in cui sono cresciuto, e sono entusiasta di lavorare con Netflix su un film che mi sta così a cuore” ha dichiarato Duncan Jones.

Il produttore Stuart Fenegan ha aggiunto: “Duncan mi aveva parlato di Mute durante il nostro primo incontro 13 anni fa e ho sempre voluto portarlo alla luce. Nel frattempo abbiamo fatto Moon, Source Code e Warcraft, e così Netflix è diventato la patria dei film originali. La casa perfetta per Mute.