Quattro nomi di grande rilievo sono in procinto di aggiungersi al cast di Once Upon a Time in Hollywood, il nono film di Quentin Tarantino che uscirà negli Stati Uniti il 9 agosto 2019, nel cinquantesimo anniversario della morte di Sharon Tate, uccisa dai membri della “famiglia” di Charles Manson il 9 agosto 1969.

Come riportato da Deadline, Burt Reynolds è in trattative per vestire i panni di George Spahn, mentre sono in corso le negoziazioni per reclutare anche Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen, che avevano già lavorato per il regista.

Se tutto andrà a buon fine, gli attori si uniranno a Leonardo DiCaprio e a Brad Pitt, già da tempo nel cast.

La Sony/Columbia Pictures, che l’anno scorso ha acquisito i diritti di produzione e distribuzione globali del film (trattativa dalla quale è stata esclusa The Weinstein Company, da sempre partner di Tarantino fino allo scandalo che ha coinvolto Harvey Weinstein), ha fissato l’uscita americana al 9 agosto 2019, nel già citato cinquantesimo anniversario della morte di Sharon Tate, uccisa dai membri della “famiglia” di Charles Manson il 9 agosto 1969.

Con un budget di un centinaio di milioni di dollari, il film sarà girato in California approfittando di un tax credit sulla produzione di ben 18 milioni di dollari. Secondo l’accordo Tarantino avrà il final cut e una porzione degli incassi vivi.

Come produttori figureranno David Heyman (Harry Potter e Animali Fantastici), Tarantino e Shannon McIntosh, mentre Georgia Kacandes sarà produttrice esecutiva.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione