Anne Coates, una delle più grandi montatrici della storia del cinema, è morta a 92 anni.

Vincitrice nel 1963 del premio Oscar per il montaggio di Lawrence d’Arabia, è stata candidata anche nel 1965 per Becket e il suo Re, nel 1981 per The Elephant Man, nel 1994 per Nel Centro del Mirino e nel 1999 per Out of Sight. Nel 2016 ha ricevuto l’Oscar alla carriera.

Nata nel 1925 in Inghilterra, Anne Coates ha avuto una carriera di oltre 60 anni in un settore, quello del montaggio, dove le donne rappresentano una percentuale bassissima. Nella sua lunghissima filmografia sono incluse pellicole come Assassinio sull’Orient Express (Sidney Lumet, 1974), Ragtime (Milos Forman, 1981), Charlot (Richard Attenborough, 1992), Congo (Frank Marshall, 1995), Erin Brockovich (Steven Soderbergh, 2000), La Bussola d’Oro (Chris Weitz, 2007), Cinquanta Sfumature di Grigio (Sam Taylor-Johnson, 2015).