È sulle pagine di Variety che Richard Borg, a capo della divisione italiana della Universal, commenta i risultati al box-office dell’operazione Loro. I due film di Paolo Sorrentino hanno incassato complessivamente, finora, 6.5 milioni di euro, per un totale di circa 1 milione di spettatori. “È un risultato in linea con la media degli incassi dei film di Sorrentino in italia,” anche se il confronto viene fatto accorpando i due episodi in un unico film (che in questo caso si posiziona tra gli incassi di Youth e La Grande Bellezza).

Nell’articolo si spiega che il budget complessivo del progetto è stato di 18 milioni di euro. Sia Borg che il produttore Nicola Giuliano descrivono l’operazione come una sorta di serie tv cinematografica: “È un ibrido del modo in cui vediamo serie tv e cinema.” Sorrentino non aveva inizialmente concepito Loro come due film, ma a causa della complessità della materia trattata, “a un certo punto ha realizzato di voler fare così. Per finanziare un film come questo, con un simile budget, è necessario pensare a delle soluzioni. E così ha pensato: magari il mercato italiano è abbastanza maturo per un film in due parti”.

Loro 1, uscito il 24 aprile, ha raccolto 4 milioni di euro mentre Loro 2, uscito il 10 maggio, ha perso il 37.5% incassando circa 2.5 milioni di euro, con un calo fisiologico anche se più sensibile di quanto si aspettasse Giuliano.

Ma la vita di Loro non finisce qui. Sorrentino ha appena terminato un montaggio di una versione unica del film per il mercato internazionale: lunga 2 ore e 25, dovrebbe essere presentata al Toronto Film Festival a settembre. Alla fine di settembre uscirà anche in Italia, in modo da poter essere presentata (eventualmente) agli Oscar, mentre Pathe ne ha venduto i diritti per i territori europei (i diritti USA devono ancora essere venduti).

Infine, ironicamente, andrà in onda sui canali Mediaset grazie all’accordo di esclusiva con Universal.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!