La terza conferenza a cui abbiamo partecipato in occasione del Comic-Con di San Diego (dopo Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald e Shazam!) è stata quella dedicata a Godzilla II – King of the Monsters, il film di Michael Dougherty che sarà a maggio nei cinema di tutto il mondo.

Alla chiacchierata, oltre al regista, hanno partecipato le star del film Millie Bobby Brown, Vera Farmiga, O’Shea Jackson Jr. e Thomas Middleditch.

Per dare il calcio di inizio alla discussione, agli attori è stato chiesto di parlare del loro primo approccio a Godzilla. Le star hanno svelato di aver sempre amato la colossale creatura sin da bambini, ad eccezione di Millie Bobby Brown (troppo piccola per guardare i film) e di Vera Farmiga, a cui però piaceva cacciare lucertole.

So che non è la stessa cosa, ma è l’unica affinità che trovo a questo mostro. Devo essere sincera!”. “Non poteva esserci progetto per migliore per conoscere la mitologia e la storia di Godzilla” ha poi fatto eco alla collega la giovane Brown.

Avete preservato la stessa origine dei mostri in questo film? King Mothra è una divinità, mentre King Ghidorah è un alieno ad esempio…

MD: Sì, assolutamente. Siamo rimasti molto fedele al materiale originale. Abbiamo mantenuto alcuni aspetti molto spirituali – quasi mistici – di cui si parlava nei vecchi film.

MBB: A proposito, ho adorato girare QUELLA scena con Mothra…

MD: Lo so, ma è meglio non parlarne…

MBB: Tranquillo, sarò muta come un pesce!

Millie, com’è stato entrare in un franchise con grandi nomi a una così giovane età?

MBB: Eccitante. Venivo da Stranger Things, perciò sono praticamente passata dall’acqua della fontana a quella Fiji. Una differenza abissale! Quando sul set c’è l’acqua Fiji sai che ce l’hai fatta. Per Stranger Things se perdevo i calzini era la fine. Con Godzilla potevo portarli a casa e non succedeva nulla, il che mi ha fatto piacere. Quindi sì, grosso budget prima di tutto, ma poi sono stata circondata da persone fenomenali, che mi hanno accolto con affetto. Però sì, l’acqua Fiji è stata il massimo. E poi il cibo era pazzesco! Aragosta a pranzo, pazzesca!

MD: Non sempre…

MBB: Ok, non sempre, ma spesso!

I film che raccomandereste di vedere alla generazione più giovane per avvicinarsi al genere?

MD: Se avessi dei figli gli farei vedere tutti i film di mostri dall’inizio alla fine in ordine cronologico.

Millie: Io sono tua figlia!

Michael: Mi piacerebbe…

La conversazione si è poi spostata verso le creature che vedremo nel film. Come già raccontato al panel , il titolo del film si riferisce al fatto che Godzilla sia “il Re dei Mostri” e perciò nel film scopriremo diverse creature. Tra queste, Rodan, Mothra e King Ghidorah oltre ad alcune sorprese. Per portare le creature sul grande schermo la squadra dietro il film in arrivo nel 2019 ha lavorato a stretto contatto con la Toho, la casa che detiene i diritti di sfruttamento dei personaggi.

Sono stati tutti di grande supporto ed estremamente disponibili” ha commentato il regista. “Andavo in Cina molto spesso durante le riprese, dovevo tenere delle presentazioni davanti a tutti questi pezzi grossi della Toho ed ero sinceramente terrorizzato“.

Godzilla II – King of the Monsters seguirà la scia del film di Gareth Edwards o sarà un film indipendete?

Ho adorato il film di Gareth, non saremmo qui senza di lui. Ha introdotto il personaggio, lo ha mostrato al pubblico di tutto il mondo e lo ha reso realistico. Detto questo, con questo secondo film volevo proporre qualcosa di mio, volevo inserire altre creature. Si tratta di un tributo a quello che Gareth ha creato, ma al contempo di un prodotto della mia creatività, autonomo e indipendente da tutto il resto. Ci sono dei collegamenti al resto, ma si potrebbe vedere questo film senza aver visto gli altri.

Il vostro mostro preferito?

MD: Rodan, perché a nessuno viene mai in mente questo mostro incompreso.

VF: Ghidorah. Da piccola adoravo leggere storie sui gemelli siamesi, era un argomento che mi attirava tantissimo.

MBB: Mothra. Non lo dico solo perché è una ragazza, ma sì, lo dico perché è una ragazza. E poi Madison – il mio personaggio – ha una interessante legame con lei. Si potrebbe pensare che abbia un legame con Godzilla, cosa che sarebbe più scontata, ma la verità è che instaura un legame proprio con Mothra. C’è una scena di cui non posso parlare che è astata bellissima da girare, una sequenza che scalda il cuore.

Il nuovo film seguirà gli sforzi eroici dell’agenzia cripto-zoologica Monarch nell’affrontare un gruppo di mostri di dimensioni gigantesche: Godzilla si scontrerà con Mothra, Rodan e la sua nemesi definitiva, il mostro a tre teste King Ghidorah. Queste antiche super-creature (considerate bestie mitologiche) faranno il loro ritorno puntando alla supremazia e lasciando l’esistenza umana appesa a un filo.

Scritto da Zach Shields, il film verrà prodotto da Mary Parent, Alex Garcia, Brian Rogers e Thomas Tull, con Barry H. Waldman, Zach Shields, Yoshimitsu Banno e Kenji Okuhira come produttori esecutivi e Alexandra Mendes co-produttrice per la Legendary.

Il team creativo di Dougherty: Lawrence Sher (War Dogs) sarà il direttore della fotografia, Scott Chambliss (Guardians of the Galaxy Vol. 2Star Trek Into Darkness) sarà lo scenografo, Roger Barton (Transformers) si occuperà del montaggio, Louise Migenbach (X-Men, Una Notte da Leoni) si occuperà dei costumi, Guillaume Rocheron (GodzillaGhost in the Shell) sarà supervisore degli effetti visivi.

Il film verrà distribuito dalla Warner Bros. in 2D, 3D e IMAX 3D il 31 maggio 2019, Toho distribuirà la pellicola in Giappone.

Consigliati dalla redazione