In attesa di novità ufficiali, Variety si sbilancia ancora una volta sulla vicenda del licenziamento di James Gunn citando alcune nuove indiscrezioni che circolano nell’ambiente. Secondo queste voci, nonostante l’accorata lettera firmata dal cast di Guardiani della Galassia per assumere nuovamente il regista, la Disney non sarebbe intenzionata a procedere in tal senso.

Secondo il sito, la lettera non basterà a salvare il posto di Gunn, perché il licenziamento è stato approvato subito da Alan Horn (capo di Walt Disney Studios) con il benestare del CEO Bob Iger (che ancora non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali), e il coinvolgimento di personalità di così alto livello nella decisione renderebbe improbabile una marcia indietro. Per quanto riguarda il cast, viene fatto notare che nessuno ha minacciato esplicitamente di lasciare la produzione in caso venga chiamato un altro regista, anche perché al di là dei giudizi personali gli attori sono sotto contratto e avrebbero problemi legali se lo violassero. Detto questo, secondo Variety la Disney non sta ancora cercando attivamente un rimpiazzo prima di tutto perché la data di inizio delle riprese (febbraio 2019) non è ancora definitiva e poi perché vorrebbe trovare un regista di serie A, probabilmente esterno ai Marvel Studios (i vari Taika Waititi, Jon Favreau e Fratelli Russo sono tutti molti impegnati), e con una sensibilità adatta a Guardiani della Galassia.

La questione insomma sembra ancora lontana dal risolversi: come sempre vi terremo aggiornati.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Variety

 

Consigliati dalla redazione