Grazie alla dirigenza della 21Th Century Fox è arrivato un aggiornamenti (via Variety) circa l’ormai imminente fusione con la Disney.

Peter Rice, Presidente della 21st Century Fox e Chairman e CEO di Fox Networks, ha comunicato, durante un meeting con lo staff, che l’accordo per l’imminente acquisizione della 21St Century Fox da parte della Casa di Topolino potrebbe essere chiuso in anticipo rispetto al previsto, il primo gennaio del 2019, in maniera tale da consentire la transizione totale degli asset che rientrano nell’operazione entro la fine del primo semestre del nuovo anno (mentre gli spostamenti effettivi del personale avranno bisogno di almeno 12 mesi, dopo la finalizzazione della transazione, ndr.)

Rice avrebbe anche rassicurato i dipendenti che questo non si trasformerà in uno “scontro” di politiche aziendali, ma che anzi la Disney abbraccerà la cultura Fox potenziandola ulteriormente perché “La Disney è l’unico studio creato da un artista. La creatività è una sua essenza fondamentale. Non è una compagnia via cavo, non è una compagnia di telefonia mobile, la creatività è il suo pilastro”.

Nel mentre, pare che i licenziamenti potrebbero essere anche superiori ai 5000 inizialmente previsti. Deadline riporta che, secondo alcuni insider e analisti, i tagli al personale nelle due compagnie potrebbero anche toccare quota 10.000.

Ovviamente vi terremo aggiornati e aggiornate in merito…