Dopo l’uscita del teaser trailer di Il Re Leone, in molti si sono chiesti se l’approccio della Disney con questo remake sarà quello di ricreare scena per scena il film d’animazione originale. Logica vuole che non sia propriamente così, ma che quella utilizzata nel trailer sia semplicemente una strategia di marketing (utilizzata peraltro per promuovere altri remake come La Bella e la Bestia e Il Libro della Giungla).

La domanda è stata posta dall’Hollywood Reporter a Sean Bailey, capo della produzione presso i Walt Disney Studios Motion Pictures, che ha chiarito:

Il Re Leone è un film amato e riverito, quindi è meglio continuare ad amare e riverire le parti che vuole il pubblico. Ma nel film di Jon Favreau ci saranno alcune cose inedite. Inoltre verrà realizzato in maniera innovativa, non ci sono definizioni storiche adatte. Vengono utilizzate tecniche che tradizionalmente vengono incluse nel concetto di animazione, e altre che tradizionalmente vengono incluse nel concetto di live action. È un’evoluzione della tecnologia utilizzata nel Libro della Giungla.

Insomma, secondo Bailey il nuovo film avrà diversi punti in comune con quello originale (sembra riferirsi ai momenti più iconici), ma differirà in altri.

Scritto da Jeff Nathanson e diretto da Jon Favreau utilizzando la tecnica dell’animazione e del performance capture, il film vedrà un cast ricchissimo: Donald Glover sarà Simba, Beyonce Knowles-Carter sarà Nala, James Earl Jonestornerà come Mufasa, Chietwel Ejiofor sarà Scar, Alfre Woodard sarà Sarabi, John Oliver sarà Zazu, John Kanesarà Rafiki, Seth Rogen sarà Pumbaa, Billy Eichner sarà Timon, Eric Andre sarà Azizi, Florence Karumba sarà Shenzi, e Keegan-Michael Key sarà Kamari.

L’uscita in Italia è prevista per agosto 2019, negli USA il 19 luglio 2019.

Consigliati dalla redazione