Già a inizio dicembre John Krasinski aveva avuto modo di spiegare che con il sequel di A Quiet Place – Un Posto Tranquillo ha intenzione di esplorare come il resto del mondo stia affrontando l’esperienza del dover avere a che fare con le creature che abbiamo avuto modo di conoscere nel primo film.

In una nuova chiacchierata fatta con Deadline, l’attore, regista e sceneggiatore che tornerà proprio come autore dello script, ha ulteriormente argomentato il tutto:

L’idea sulla quale sto lavorando or ora e che non ho ancora ultimato, si basa su un pensiero che mi è venuto in mente e che mi ha emozionato alquanto, ovvero che la maggior parte dei sequel si basano sul ritorno di un eroe o di un villain. Riprendi un personaggio che il pubblico ha amato e lo riporti in scena creandogli intorno un nuovo mondo. Qua c’è una premessa opposta. Abbiamo un mondo in cui puoi mettere chiunque vuoi e creare comunque quella connessione con tutti. Ed è proprio la ragione che mi ha spinto a tornare, la vastità e la ricchezza di questo mondo che è divertente da esplorare. Ci sono molte cose da vedere. Tutti nel mondo stanno vivendo qualcosa di simile [ai fatti narrati nel primo capitolo, ndr.] e sono curioso di vedere la cosa da un’altra prospettiva.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione