Secondo i piani iniziali dei Marvel Studios e della Disney, la produzione del terzo Guardiani della Galassia sarebbe dovuta cominciare nel primo trimestre del 2019.

Poi le cose sono andate come sono andate e, in seguito al licenziamento di James Gunn, lo slot protuttivo dovrebbe essere stato preso dal film su Vedova Nera (maggiori dettagli in questo articolo).

Se Gunn, alla fin fine, avrà comunque come impegnare le proprie giornate fra L’Angelo del Male – Brightburn, l’horror supereroistico da lui prodotto e gli impegni per il rilancio di Suicide Squad, il destino di Guardiani della Galassia Vol. 3 è ancora mediamente incerto.

Il fratello del regista (interprete di Kraglin nei film della saga) sì è però detto sicuro, ai microfoni dell’Associated Press, che il film si farà:

Dunque, mio fratello sta lavorando a Suicide Squad 2 cosa per cui sono molto emozionato e per cui anche lui è emozionatissimo. Non so che altro stia accadendo. Nel senso, Guardiani 3 si farà. Faremo il film e capiremo cosa accadrà, ma sai, tutto deve trovare un modo per funzionare. Le cose sono diventate un po’ folli per un po’ perché l’oltraggio ha sopraffatto il buon senso, ma ce la faremo, faremo il nostro film. Magari ci vorranno un paio di anni in più del previsto.

 

 

Nel mentre il regista di Thor: Ragnarok Taika Waititi, da molti caldeggiato come “papabile” sostituto di Gunn, ha fatto eco alle parole di Edgar Wright e Chris Miller di un paio di giorni fa suggerendo anch’egli il nome di James Gunn per la regia di GOTG 3 (e nella discussione si è poi inserito anche Sean Gunn).

 

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione