Albert Finney, attore britannico di teatro e cinema, è morto oggi all’età di 82 anni.

Diplomatosi alla Royal Academy of Dramatic Arts, Finney ha debuttato in teatro ottenendo numerosi successi grazie alle sue interpretazioni shakespeariane, salendo poi alla ribalta anche al cinema durante l’era del “kitchen sink realism“. Il primo film che lo ha fatto conoscere al grande pubblico è stato Tom Jones (1963) di Tony Richardson.

Iconiche le sue interpretazioni in Due per la Strada (1967), Assassinio sull’Orient Express (1974) dove ottiene la nomination all’Oscar come miglior attore per la parte di Poirot (verrà nominato cinque volte senza mai vincere), I Duellanti (1977), Annie (1982), Il Servo di Scena (1983), Sotto il Vulcano (1984), Un Ostaggio di Riguardo (1987), Crocevia della Morte (1990), Erin Brokovich (2000), Traffic (2000), Big Fish (2003), Ocean’s Twelve (2004), Un’Ottima Annata (2006), Onora il Padre e la Madre (2007), The Bourne Ultimatum (2007), The Bourne Legacy (2012).

La sua interpretazione più recente risale al 2012, quando è stato il guardiacaccia Kincade in Skyfall di Sam Mendes.

Fonte: The Guardian

 

Consigliati dalla redazione