In occasione di un evento recente alla Filmoteca de Catalunya in Spagna a Terry Gilliam è stato chiesto un parere sul mondo dei supereroi.

Il regista, che non ha mai nascosto la sua poca propensione per i cinecomic, ha spiegato:

Sono d’accordo con te, sono noiosi. Insomma, sono ripetitivi. Sono tecnicamente ottimi, il lavoro che c’è dietro è pazzesco. Ci lavorano attori davvero bravi, ci sono splendidi momenti, ma per me si tratta sempre dello stesso film. Ho sempre questa sensazione.

Ha poi aggiunto:

Mi secca che la gente sia così disperata di credere nei supereroi piuttosto che nelle persone normali che fanno cose straordinarie. Ecco perché non mi interessano. In generale non li guardo, ma quando lo faccio mi sento un po’ invidioso perché alcune delle persone che lavorano a quei film sono davvero in gamba, molto più di quanto potrei mai esserlo io.

C’è un film, però, che ha suscitato una diversa reazione nel regista ed è uno candidato agli ultimi Oscar:

Devo ammetterlo. L’ultimo Avengers, con Josh Brolin che fa il cattivo, quello mi è piaciuto. Stavo guardando i film in gara per gli Oscar e mi stavo annoiando, poi è arrivato questo e mi ha fatto sorridere.

In passato il regista ha ammesso di non apprezzare il fatto che a Hollywood i buoni finiscano sempre per vincere. Quel sorriso sulle labbra di Thanos alla fine di Infinity War, in tal senso, deve avergli fatto particolarmente piacere.

 

 

Fonte: Playlist