In occasione dell’apertura delle prevendite di Avengers: Endgame in tutto il mondo i Marvel Studios hanno diffuso un nuovo sguardo ufficiale della durata di 1 minuto dedicato al film che sarà dal 24 aprile nelle sale italiane (e in anteprima il 23 notte con noi ad Arcadia Cinema di Melzo).

Qualcuno avrà notato che il trailer italiano non corrisponde a quello in lingua originale, ma non si tratta di errori di traduzione. La sensazione è che per la sua realizzazione la direzione del doppiaggio abbia usato tracce direttamente dal film italiano e che non abbia trovato battute corrispondenti utilizzabili (magari tagliate o legate ad altro e pertanto inutilizzabili).

Si tratta di uno spot esteso particolarmente rivelatore, anche se non escludiamo, alla stregua delle altre anteprime, che possa esser stato manipolato per tenere segreti alcuni particolari.

Ma andiamo con ordine.

***

Addio Nomad

Dopo lo schiocco, Steve è pronto a dire addio a “Nomad”, l’identità segreta che aveva assunto durante gli eventi di Infinity War essendo un fuggitivo, e in effetti ecco un momento in cui ha appena detto addio alla sua barba.

Ci troviamo nel quartier generale degli Avengers e sappiamo già un dettaglio non poco rilevante: Captain Marvel ha già incontrato i Vendicatori sopravvissuti. Come facciamo a saperlo? Nella scena dei titoli di coda del film di Anna Boden e Ryan Fleck il nostro Cap aveva ancora la barba!

Ritorno a Casa

Non passerà molto tempo prima che Nebula e Tony facciano ritorno sulla Terra, presumibilmente dopo aver riparato la Benatar. Qui assistiamo a una scena con la figlia di Thanos e Rocket che condividono un momento intenso. Rocket stringe la mano a Nebula: sembra che abbia appreso una brutta notizia e in effetti dovrebbe essere così. È solo tramite i due superstiti di Titano che il procione apprenderà della morte dei Guardiani della Galassia.

Tony finalmente abbraccia Pepper, riuniti ancora una volta.

 

Unendo i puntini, sembra proprio che la scena sia “anticipata” dal seguente momento inserito nello spot del Super Bowl, con i quattro Vendicatori che guardano verso l’alto: a questo punto dovrebbe trattarsi dell’arrivo della Benatar.

 

 

Non è chiaro se Captain Marvel abbia avuto o meno un impatto sul salvataggio dei due, ma nella sequenza a seguire sembra che la ragazza si sia già ambientata al quartier generale mentre Thor fa la sua conoscenza chiamando a sé la Stormbreaker.

 

Da notare che le inquadrature sono cambiate rispetto a quelle del secondo trailer:

 

Facciamo il Punto

Diciamo che lo facciamo, noi saremmo a corto di uomini. Lo sapete?“. Bruce Banner e gli altri Vendicatori fanno il punto della situazione. Adesso che sono tutti riuniti dopo lo schiocco di Thanos è naturale che vogliano agire subito per passare al contrattacco.

Rhodey fa notare che “lavoriamo con quello che abbiamo” mentre in lingua originale spiega che “forse è perché ha ucciso tutti i nostri amici“.

***

SPOILER – Dalla descrizione della clip mostrata agli azionisti Disney a inizio marzo sappiamo cosa dovrebbe accadere nella suddetta scena:

Nebula afferma di sapere dove si è rifugiato Thanos dopo aver completato il suo terribile piano, e Carol Danvers risponde che è necessario raggiungerlo là, ottenere le Gemme dell’Infinito e utilizzarle per annullare ciò che il Titano ha fatto all’Universo. […] Bruce Banner chiede perché questa volta ne usciranno vittoriosi, e Captain Marvel afferma “perché ci sono io”.

Nella scena non veniva mostrato Tony, ed è possibile in effetti che dopo il ritorno sulla Terra abbia bisogno di un momento di riflessione in privato:

Qui lo vediamo mentre guarda una vecchia foto con Peter (con il certificato della borsa di studio messo al contrario). “Non si tratta di quello che abbiamo perso, ma di quello che c’è rimasto” dice Tony nel trailer in lingua originale. Possibile che si riferisca alla sua decisione di non partecipare alla nuova missione dei Vendicatori?

 

Tutti i viaggio

Ecco i nostri eroi di nuovo in missione sulla Benatar, tornata in funzione. Il pianeta da cui si allontana la navicella in questa inquadratura non sembra la Terra, ma assomiglia molto a Morag, il pianeta abbandonato su cui Star Lord trova l’Orb in Guardiani della Galassia. Possibile?

All’appello, sull’astronave, rispondono Captain Marvel (con il nuovo costume), Rhodey, Nebula, Thor, Captain America (con il costume di Winter Soldier), Rocket e Vedova Nera che ha ancora i capelli biondi, a riprova che si tratta di una missione ambientata a inizio film.

L’armatura di War Machine è la stessa di Infinity War (da notare il numero 004): la cambierà nel corso della storia come abbiamo visto negli altri trailer.

Dovrebbe trattarsi della stessa missione a cui accennava il primo trailer, con Natasha che rincuorava Steve sul fatto che sarebbe andato tutto bene. “Lo so bene” diceva lui, “perché altrimenti non saprei che fare“.

L’obiettivo dei Vendicatori è combattere Thanos (nell’immagine a seguire notiamo la sua astronave nei pressi di un pianeta), ma la sensazione è che – anche con Captain Marvel – non vada tutto come sperato.

 

Fallimento

Gli Avengers dopo il tentativo di combattere Thanos hanno fallito. Tornati alla base, i supereroi riaccolgono Scott Lang (come visto nel primo trailer) e poi Clint, che Natasha scova in Giappone.

Ecco uno sguardo d’intesa tra Natasha e Clint. Da notare il tatuaggio che sembra richiamare un samurai, perfettamente calzante se si considera che prima di esser ritrovato da Natasha, Occhio di Falco aveva assunto l’identità di Ronin.

Quel che è certo è che farà particolarmente piacere rivedere i Vendicatori di nuovo uniti. “Siamo gli Avengers, noi vendichiamo, non preveniamo” sentiamo dire a Tony (in originale dice “Noi siamo gli Avengers, porremo fine a questo“).

 

L’analisi prosegue alla pagina successiva.