In occasione degli incontri stampa per la presentazione della nuova edizione del suo Tribeca Film Festival, Robert De Niro ha parlato con IndieWire del nuovo, attesissimo film di Martin Scorsese, The Irishman, e ha confermato che i tempi della post-produzione sono lunghissimi proprio per via dei complessi effetti visivi necessari a ringiovanire lui, Al Pacino e altri attori:

Stanno cercando di far sì che la resa sia la migliore di sempre. Quello che ho visto finora è davvero ottimo.

De Niro si era già sottoposto a questo “trattamento” nel 2013 per Il Grande Match, e afferma che ora è molto migliorato:

Per Il Grande Match venivano applicate cose fastidiose. Marty era preoccupato, a ragione, che non ci fossero cose in grado di distrarci durante le riprese. C’era qualche puntino riflettente, tutte cose impercettibili.

L’attore accoglie con favore questa tecnica ed è entusiasta circa il futuro:

Se estenderà la mia carriera di 30 anni, per me va bene!

La pellicola sarà disponibile in autunno sia sul colosso di streaming che nei cinema, anche se non si conoscono i dettagli.

Lo script del film è di Steven Zaillian (Schindler’s List) ed è basato sul libro del 2004 di Charles Brandt, intitolato “I Heard You Paint Houses”, incentrato sulla vita dell’ex killer Frank “The Irishman” Sheeran.

Nel cast Al Pacino, Robert De Niro e Joe Pesci, ma anche Ray Romano, Jack Huston, Bobby Cannavale, Stephen Graham, Harvey Keitel e Kathrine Narducci.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione