Doris Day è morta oggi a 97 anni.

A dare la notizia all’Associated Press la Doris Day Animal Foundation, ente benefico fondato dalla cantante, attrice e attivista per la tutela degli animali.

Nata a Cincinnati, Ohio, nel 1922 (fino a due anni fa era convinta di essere nata nel 1924), nella sua carriera divenne popolare in tutto il mondo non solo per i musical e le commedie romantiche in cui ha recitato (e che le sono valse il soprannome di “fidanzata d’America”), ma anche per ben 29 album incisi come cantante, attività con la quale iniziò a farsi conoscere durante la Seconda Guerra Mondiale.

La carriera nel cinema iniziò nel 1948, con Amore Sotto Coperta che ebbe così successo da farla sfondare nel genere delle commedie musicali: seguirono Musica per i tuoi Sogni (1949), Tè per Due (1950), I’ll See You in my Dreams (1951). Nel 1953 il ruolo di Calamity Jane la rese ancora più famosa in tutto il mondo.

Pochi anni più tardi, decise di dare una svolta alla sua carriera non rinnovando il contratto con la Warner Bros. e inanellando una serie di interpretazioni straordinarie in film come Amami o Lasciami (1955), L’Uomo che Sapeva Troppo (1957) e Il Gioco del Pigiama (1957).

Iniziò così un periodo particolarmente fortunato per l’attrice, che inanellò un successo dietro l’altro specializzandosi nella commedia: Il Letto Racconta (1959), Attenti alle Vedove (1959), Amore, Ritorna! (1961), Il Visone sulla Pelle (1962), La Ragazza più Bella del Mondo (1962), Fammi Posto Tesoro (1963), La Mia Spia di Mezzanotte (1966).

La sua carriera cinematografica terminò nel 1968, quando mentre la controcultura prendeva piede decise di dedicarsi alla televisione con il The Doris Day Show. Nel 1973 si ritirò dalle scene dedicandosi all’attivismo nei confronti degli animali.