L’ultimo argomento toccato da Christopher McQuarrie su Twitter, su cui è particolarmente attivo, è l’esposizione nei film. Stando al regista, infatti, a volte non è necessario dover spiegare tutto allo spettatore. A volte dire meno è meglio.

Ghostbusters capisce che la logica è sopravvalutata. Sapevano esattamente cosa avesse bisogno di spiegazioni e cosa invece no. Cosa più importante, i protagonisti vogliono soltanto guadagnarsi da vivere. Diventano eroi nel senso comune del termine solamente nell’atto finale“.

McQuarrie sperava che non ci fosse bisogno di troppe chiacchiere nella sceneggiatura del suo film d’azione Edge of Tomorrow – Senza Domani diretto da Doug Liman, ma lo studio non era nello stesso avviso.

La scena peggiore in Edge of Tomorrow è un tentativo di comprensione delle intenzioni degli alieni. Un omaggio dello studio. Sono invasori. Invadono. In quanto umani non ci sarebbe stato bisogno di spiegarlo“.

 

 

Ha poi fornito un altro esempio, quello dei viaggi nel tempo:

Non mi importa di come si faccia a viaggiare nel tempo. A me piacerebbe farlo, perciò voglio vedere cosa succede ai personaggi che ho a cuore perché io non posso farlo. Ecco perché vado al cinema. Fate un figlio, quando avrà due anni non vorrete mai più sentire PERCHÈ?

Un utente in risposta ha detto che Avengers: Endgame ha completamente fallito in tal senso perché non ha dato informazioni chiare sui viaggi nel tempo. McQuarrie ha ribattuto:

Endgame si concentrava sulle conseguenze emotive del viaggio nel tempo – quello che significava e che impatto ha avuto sui personaggi. E ha ribaltato i nostri preconcetti radicati sul suo funzionamento. Le regole non erano importanti, le emozioni sì.

Lo sceneggiatore ci ha tenuto a chiarire, comunque, che il suo riferimento alla decisione dello studio non era da intendere come un attacco:

 

 

Edge of Tomorrow – Senza Domani è arrivato nel 2014 ed è da diversi anni in sviluppo un sequel. Nel cast del primo film tratto dalla graphic novel “All You Need Is Kill” di Hiroshi Sakurazaka, oltre a Tom Cruise ed Emily Blunt, anche Bill Paxton e Charlotte Riley.

Qui sotto potete leggere la sinossi:

In un futuro prossimo, una razza aliena ha colpito la Terra con un implacabile assalto che nessuno esercito al mondo riesce a respingere. Il tenente William Cage è un ufficiale che non ha mai partecipato neppure a un combattimento quando viene inviato a compiere una missione suicida. Ucciso in pochi minuti, incredibilmente Cage si risveglia ed è costretto a combattere e a morire ancora e ancora, in un continuo loop temporale.

Consigliati dalla redazione