Screenrant ha parlato in esclusiva con Johannes Roberts, incaricato di dirigere il nuovo film di Resident Evil per la Costantin Film.

Il regista, reduce da 47 Meters Down: Uncaged (sequel di 47 metri), ha confermato di essere attivamente all’opera per rilanciare il franchise con un nuovo film (e non una serie), anche se non ha potuto svela troppo:

Siamo in sviluppo attivo al momento. Ho proposto le mie idee e le hanno amate davvero. Stiamo ingranando la marcia proprio in questi giorni, passo tutto il tempo in ufficio ed è una bellissima sensazione. Sarà un film estremamente spaventoso e tornerà alle radici del gioco. Al momento non mi è permesso dire altro, ma sarà uno spasso.

Sono passati circa due anni dall’annuncio del reboot di Resident Evil annunciato dalla Constantin Film, casa di produzione del franchise reduce dal successo del sesto e ultimo episodio cinematografico della saga con Milla Jovovich.

Secondo alcune voci in programma ci sarebbero già sei episodi, ma in attesa di notizie ufficiali quel che è certo è che La Atomic Monster di James Wan non si occuperà del reboot di Resident Evil. La notizia, ricordiamo, non era stata presa troppo bene dalla star del franchise Milla Jovovich visto che aveva commentato l’annuncio in questi termini:

Penso che molte persone, quando si tratta di franchise come questi, tendano a mettere il carro davanti ai buoi. È abbastanza pericoloso. Volevano fare un reboot di Resident Evil da molto tempo. Premesso che io amo il mondo di Resident Evil, e che farei assolutamente anch’io questa cosa se fossi una produttrice. Ma penso che ciò che ha reso il nostro franchise così speciale è che le persone coinvolte amassero veramente ciò che stavano facendo, e che fossero fan del videogioco.

Quindi suggerirei ai produttori di trovare persone che abbiano la stessa passione, prima di parlare concretamente di un reboot. In questo genere cinematografico il pubblico si rende conto subito delle truffe. Il mondo della fantascienza/azione/horror ha dei fan incalliti, e non sono idioti. Si rendono conto subito se qualcosa è stato fatto per amore o se è stato fatto semplicemente per monetizzare con opportunismo.

Consigliati dalla redazione