Ancora una battuta di arresto per il film di Uncharted con Tom Holland, che oggi perde il suo regista. Come riportato in esclusiva da Deadline, infatti, Dan Trachtenberg (The Boys) ha deciso di abbandonare il progetto: è la quinta volta che succede dopo David O. Russell, Neil Burger, Seth Gordon e Shawn Levy.

Non sono chiari i motivi del divorzio, ma pare che la Sony non stia perdendo tempo: stando al sito un sostituto è già in fase di valutazione e sarà annunciato entro la fine dell’estate visto che la produzione partirà a inizio 2020.

La pellicola dovrebbe approdare nei cinema il 18 dicembre del 2020, nello stesso giorno del remake di West Side Story diretto da Steven Spielberg.

Sappiamo già da tempo che la trama del lungometraggio non riprenderà il canovaccio di un qualche episodio videoludico del brand, anche e soprattutto per volere dell’autore Neil Druckmann (maggiori dettagli qui).

In una intervista con Gamesradar risalente a qualche mese fa, Dan Trachtenberg aveva parlato delle sue idee per il film:

Mi sono state proposte svariate versioni di questo racconto e non hanno mai catturato la mia intenzione. Non voglio percorrere un sentiero già battuto dal videogioco. Non mi pare sensato proporre un adattamento che copia quello che nel videogame è stato già fatto in maniera eccellente proponendo una sorta di versione depotenziata.

Allo script del film, in passato, hanno lavorato Joe Carnahan, David Guggenheim, Eric Warren Singer, Jonathan Rosenberg e Mark Walker. L’ultima versione della sceneggiatura è di Art Marcum, Matt Holloway e Rafe Judkins.

Uncharted è la serie di videogiochi sviluppata da Naughty Dog e pubblicata da Sony Interactive Entertainment per PlayStation 3 e PlayStation 4 che ha venduto quasi 42 milioni di copie complessivamente in tutto il mondo.

Consigliati dalla redazione