Giusto una manciata di giorni fa vi abbiamo detto che Kevin Hart è tornato a casa dopo una settimana trascorsa in una struttura per la riabilitazione e che continuerà a essere sottoposto a un’intensa terapia fisica presso la propria dimora.

TMZ segnala ora che la star potrebbe essere citata in giudizio dagli altri occupanti a bordo della Plymouth Barracuda insieme a lui, Jared Black, che stava materialmente guidando la vettura di Hart al momento dell’incidente, e Rebecca Broxterman, seduta sui sedili posteriori. Stando al report ottenuto dal sito, l’attore sarebbe nel mirino di un’azione legale perché il mezzo, d’epoca, non aveva gli airbag e le cinture di sicurezza. Il comedian sarebbe dunque colpevole di negligenza.

Paradossalmente però, anche lo stesso Black potrebbe avere delle beghe legali una volta che si sarà fatta chiarezza sulle cause dell’incidente.

Come sottolinea TMZ si tratta però di una questione “spinosa” per via della legge californiana, decisamente poco chiara in materia di personalizzazioni automobilistiche e obblighi circa le strumentazioni atte a prevenire i danni da incidente. La stessa azienda che ha customizzato la Plymouth Barracuda del 1970 di Kevin Hart, una macchina da 720 cavalli, potrebbe paradossalmente essere citata per negligenza dato che, a fronte della mancata richiesta dei dovuti accorgimenti di sicurezza del cliente, avrebbe comunque dovuto provvedere di sua spontanea volontà.

Kevin Hart, sono tre le fratture spinali subite: i medici si aspettano il recupero, ma sarà “una lunga strada”

Giorni fa, TMX ha pubblicava qualche informazione aggiuntiva sullo stato di salute della star.

Il sito spiega che Hart ha subito tre fratture spinali, due nella sezione toracica e una in quella lombare. L’operazione è andata a buon fine, ma il comedian dev’essere pesantemente medicato con antidolorifici per via del forte dolore provato. Considerato che le fratture spinali, specie quelle lombari, possono avere delle gravissime ripercussioni in materia di utilizzo delle braccia o delle gambe (fino ad arrivare alla paralisi), alla star poteva sicuramente andare molto peggio. I medici si aspettano un pieno recupero anche se si tratterà di una “lunga strada”. Si parla di settimane, se non mesi, di riabilitazione.

Ricordiamo che recentemente Kevin Hart aveva annunciato la sua partecipazione alla commedia supereroistica Night Wolf, attualmente invece sta girando Fatherhood. Lo rivedremo in sala a dicembre in Jumanji: The Next Level.