Quasi un anno fa, una newsletter dell’Hollywood Reporter segnalava che fra le varie proposte fatte a James Gunn dalla Warner Bros figuravano svariate proprietà intellettuali di casa DC.

Nello specifico si affermava che:

Quando la Warner ha iniziato a corteggiare Gunn, lo studio gli ha proposto una serie di possibilità, tra cui anche Superman. Sebbene Gunn non si sia mai spinto tanto in là da pensare di dirigere un film di Superman, il regista ha però preso in considerazione il supercane dell’Uomo d’Acciaio, Krypto, durante le sue ricerche — cosa che ha senso per l’uomo che ha trasformato un procione parlante in uno dei personaggi più popolari della Marvel sul grande schermo.

Come noto, il filmmaker ha poi optato per il soft reboot di Suicide Squad.

Nei giorni scorsi, tramite una risposta data su una Instagram e salvata da un redditor, James Gunn ha confermato il report specificando però che non si parlava di un sequel diretto de L’Uomo d’Acciaio e che ha infine scelto Suicide Squad perché la major gli aveva dato carta bianca sulla scelta delle varie proprietà intellettuali e quella era, sostanzialmente, la sua preferita.

 

Come già noto da diverso tempo, il film sarà una via di mezzo tra un sequel e un reboot, e nel cast figureranno attori del primo film (anche se non proprio tutti). Tra i ritorni nel cinecomic diretto da James Gunn avremo Margot Robbie (Harley Quinn), Joel Kinnaman (Rick Flag), Viola Davis (Amanda Waller) e Jai Courtney (Boomerang).

Invece, i nuovi arrivati in The Suicide Squad saranno Idris Elba, David Dastmalchian, Daniela Melchior, John Cena, Flula Borg, Storm Reid, Peter Capaldi, Nathan Fillon, Joaquin Cosio, Mayling Ng, Sean Gunn, Juan Diego Botto, Taika Waititi, Alice Braga, Steve Afee, Tinashe Kajese, Jennifer Holland, Julio Ruiz, Pete Davidson e Michael Rooker.

Alla sceneggiatura e alla regia James Gunn, l’uscita è fissata per il 6 agosto 2021.