Con un plot twist decisamente imprevisto, torniamo a parlare di L’Uomo da Sei Miliardi di Dollari, tormentatissimo progetto della Warner Bros di cui sentiamo parlare da anni e anni ma che non è mai riuscito a emergere dal development hell.

Il film, lo ricordiamo, dovrebbe essere un nuovo adattamento cinematografico della serie tv L’Uomo da Sei Milioni di Dollari, andata in onda negli Stati Uniti dal 1974 al 1978.

La storia si basa sul libro sci-fi Cyborg scritto da Martin Caidin e divenuto un bestseller dopo il suo debutto nel 1972.

Durante la world premiere di Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, Comic Book ha intercettato la produttrice Sue Kroll per avere degli aggiornamenti in materia. Ebbene, la produttrice ha confermato di essere ancora interessata al progetto e che Travis Knight è ancora collegato al film.

Travis Knight, boss della Laika Studios e regista di Bumblebee, ha recentemente abbandonato la regia di Uncharted con Tom Holland per via dei continui rimandi del film che hanno causato una sovrapposizione fra l’adattamento del popolare videogame e le riprese del terzo Spider-Man.

L’ultimo regista collegato a L’Uomo da Sei Miliardi di Dollari era Damian Szifron, anche co-autore dell’ultima versione nota dello script.

Prima del coinvolgimento di Szifron, alla regia era originariamente previsto Peter Berg. Protagonista del lungometraggio, nel ruolo del colonnello Steve Austin, dovrebbe essere Mark Wahlberg.

La nuova sceneggiatura della pellicola è a opera di Bill DuBuque.

Terremo gli occhi bene aperti circa gli eventuali sviluppi intorno a L’Uomo da Sei Miliardi di Dollari.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!