Abbiamo già citato un’intervista di Roland Emmerich durante la quale il regista ha potuto parlare di due pellicole da lui dirette negli anni novanta ancora molto amate dal pubblico, ovvero Stargate e Independence Day.

E lo abbiamo fatto per riportare il suo commento relativo alla possibilità di proseguire, in qualche modo, quelle storie (trovate maggiori dettagli qua).

In una nuova chiacchierata fatta con CinemaBlend, il filmmaker è tornato a discutere di Indipendence Day ammettendo di avere un’idea per un terzo capitolo che gradirebbe esplorare qualora la Disney fosse intenzionata a proseguire la saga prodotta dalla fu 20Th Century Fox.

Ecco cosa ha detto:

Non lo so. Naturalmente ne avevo parlato con la Fox, poi dopo sono stati acquistati e mi sono detto “Beh, probabilmente è finita”. Ma non lo so. È un po’ quella situazione in cui potrebbe accadere e non potrebbe accadere. Hollywood, di questi tempi, è diventato un posto davvero molto, molto strano perché ho la sensazione che la Disney potrebbe essere intenzionata a farlo. Amano questo genere di film basati sui franchise. Ho un’idea per un terzo Independence Day per la quale ho già fatto delle ricerche e che mi piacerebbe esplorare dopo il mio prossimo film.

Independence Day è stato uno dei maggiori successi cinematografici degli anni novanta. Uscita nell’estate del 1996 (negli Stati Uniti, in Italia arrivò a settembre), la pellicola di Roland Emmerich incassò ben 817 milioni di dollari a fronte di un budget di 75 (dati non aggiornati all’inflazione, ndr.). Il sequel del 2016, Independence Day – Rigenerazione, non è stato baciato dalla medesima fortuna: costato 165 milioni ha ottenuto un box office world di circa 389.

Quanto al “prossimo film” di cui ha parlato Emmerich, si tratta con tutta probabilità di Moonfall, disaster movie di stampo fantascientifico cui il filmmaker è stato collegato al progetto per un po’, ed ora e che dovrebbe girare nel 2020.

Scritto dallo stesso Emmerich, da Harald Kloser (2012) e Spencer Cohen, Moonfall dovrebbe essere una via di mezzo tra 2012 e Incontri Ravvicinati del Terzo tipo: “un gruppo improbabile di disadattati deve unire le forze per salvare l’umanità quando la Luna esce dalla sua orbita e si dirige verso la Terra”.

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Roland Emmerich? Dite la vostra nei commenti qua sotto!