George Ogilvie, co-regista insieme a George Miller di Mad Max oltre la sfera del tuono (terzo film della celeberrima saga), si è spento all’età di 89 anni.

Ogilvie, nato a Goulburn (Australia) il 5 marzo del 1931, è morto domenica per un arresto cardiaco al Braidwood Hospital nel Nuovo Galles del Sud, così come comunicato all’Hollywood Reporter da sua nipote Heather Ogilvie.

Si deve proprio a George Ogilvie il debutto cinematografico di Russell Crowe nella pellicola, datata 1990, The Crossing. Ed è stata proprio la star de Il Gladiatore a ricordarlo con un tributo pubblicato su Twitter:

Un dotato maestro di arte, teatro e vita.

È stato un enorme privilegio l’aver conosciuto George.

I suoi insegnamenti risuonano ancora nella mia vita quotidiana.

Ah, mio prezioso Mr Ogilvie, questo è davvero un momento molto triste.

The Shiralee, Short Changed, The Crossing. Che uomo brillante.

 

Mad Max Oltre la sfera del tuono, la sinossi del film diretto da George Miller e George Ogilvie:

Siamo in epoca post-ultimo conflitto atomico e su di uno sconfinato deserto. Per recuperare il suo strampalato veicolo trainato da cammelli che gli è stato sottratto, Mad Max, un solitario avventuriero, dovrà superare prove ben ardue. Arrivato nella misteriosa città di Baster Town, in cui domina la feroce Aunthy Entity – una regina negra – gli faranno affrontare in un duello terribile un nerboruto gigante, guidato da un nano intelligentissimo che vive sulle sue spalle e di lassù controlla il lavoro di schiavi incatenati tra una area di porci. Riuscito vittorioso nella lotta, Mad Max viene espulso, e mentre sta per morire di sete nel deserto, un bambino lo salva e lo guida in seno ad una ben strana tribù: è una comunità di soli fanciulli, sopravvissuti ad un disastro aereo, che vivono senza adulti e senza cognizione del passato. I piccoli hanno sempre sognato ed atteso un misterioso e favoleggiato Capitano.