Mentre in Italia le misure per l’alleviamento del lockdown non comprendono, almeno nella fase 2, la riapertura di cinema e teatri, in Texas il Governatore Greg Abbott ha annunciato che dal 1 maggio centri commerciali, negozi, ristoranti e cinema potranno riaprire ma solo al 25% della loro capacità.

Tuttavia le principali catene cinematografiche si sono affrettate a chiarire che le sale rimarranno chiuse venerdì e nelle settimane successive, finché non vi saranno nuovi film da proporre. La più grande catena americana, la AMC, ha infatti sottolineato in un comunicato:

Intendiamo riportare i film sul grande schermo in maniera sicura e responsabile. Stiamo pianificando la riapertura, e la salute e la sicurezza dei nostri ospiti sono la nostra assoluta priorità. Per essere in grado di riaprire, dobbiamo avere un’idea di quando vi sarà una programmazione regolare di blockbuster cinematografici che spigano il pubblico a tornare con entusiasmo in sala. Questi blockbuster al momento sono in programma per l’estate, a partire da Tenet della Warner Bros. e Mulan della Disney, con molti altri film nelle settimane successive. Intendiamo riaprire i nostri cinema nelle settimane precedenti, proponendo una programmazione di film del passato enormemente popolari, e condivideremo maggiori dettagli a riguardo più avanti.

Anche Cinemark ha ribadito di volersi attenere al piano di una riapertura a metà estate:

Stiamo lavorando, attualmente, a una riapertura a metà estate, in ottemperanza ai regolamenti di sicurezza e salute e alla disponibilità di contenuti da parte degli studios. Il primo film programmato, al momento, è Tenet il 17 luglio. È importante notare che il ritorno a una sorta di “normalità” nella programmazione cinematografica potrebbe durare parecchi mesi, a causa delle riaperture a scaglioni in base ai limiti governativi, agli orari ridotti, al distanziamento sociale e al comfort degli spettatori.

In Texas si trova anche la sede di Alamo Drafthouse, piccola ma amatissima catena che non riaprirà il 1 maggio:

Aprire in sicurezza è un progetto molto complesso che coinvolge innumerevoli nuove procedure e attrezzature, e tutto questo necessita di corsi di formazione per i nostri impiegati. Non possiamo e non vogliamo fare tutto questo a caso o troppo in fretta. Non riapriremo questo weekend. Ma sappiate che quando riapriremo forniremo l’esperienza più sicura possibile sia per il nostro staff che per i nostri ospiti e non vediamo l’ora di reincontrarvi tutti!

Secondo il sito Deadline, i cinema che possono permettersi il rischio di riaprire. adesso sono quelli che possiedono le proprie sale cinematografiche. La maggior parte dei cinema sono in affitto o in leasing, e le catene cinematografiche non possono rischiare di aprire e rimanere in perdita per settimane o mesi senza un’offerta cinematografica adeguata.

Nel frattempo, l’associazione degli esercenti in Germania ha stilato stilato una bozza di misure che i cinema dovranno adottare per riaprire i battenti, quando questo sarà permesso:

  • Utilizzo di schermi protettivi alle casse
  • Obbligo di mascherine e guanti per tutti gli impiegati
  • Maggiore frequenza nelle misure di disinfezione
  • Minimizzazione dei contatti, dando la priorità alle prenotazioni online e ai pagamenti contactless ed evitando l’uso dei biglietti all’ingresso
  • Rispetto delle regole di distanziamento sociale con barriere o marker
  • Limitazioni alla capacità delle sale con posti vuoti tra una persona e l’altra
  • Riduzione nel numero di persone che possono stare nel foyer
  • Ventilazione regolare di tutti gli ambienti
  • Sensibilizzazione nei confronti dell’igiene