Nel corso del podcast The Fourth Wall, Kenneth Branagh ha parlato di Assassinio sul Nilo, il seguito di Assassinio sull’Orient Express da lui diretto e interpretato.

Il regista e attore ha innanzitutto parlato della scrittrice da cui è nata l’opera:

Agatha Christie credeva davvero in ciò che scriveva. Credo che [Poirot sul Nilo] sia nato dalla sua esperienza personale con ostiche relazioni amorose. Nell’introduzione della versione tascabile spiega che il romanzo contiene un po’ di vita ed è così. Credo sia universalmente riconosciuto da chiunque si sia trovato pericolosamente innamorato o, come dice Poirot nel libro, che in qualunque tipo di rapporto ci sia sempre qualcuno che ama troppo e che può ferire terribilmente.

Ha poi proseguito spiegando:

L’amore, come dice, non è sicuro e di certo non lo è in questa versione. Michael Green [lo sceneggiatore] ha davvero approfondito il legame con il personaggio [di Poirot]. Sulla base del punto di vista personale di Agatha Christie, il suo approfondimento dell’esperienza che vive Poirot rispetto alla storia, il potere e la sensualità della lussuria e dell’amore sono molto forti. Si tratta di un tipo di film molto cupo, sensuale e inquietante. Di certo è un film che porta avanti il tema del viaggio, visto che ci conduce in posti diversi grandi ed emozionanti, ma la storia metterà a disagio in modi che la gente capirà, perché tratta di amore, possesso, lussuria, gelosia e emozioni primordiali che si intromettono tra le persone.

 

 

La produzione, partita a ottobre 2019, ha fatto uso dei teatri di posa dei Longcross Studios nella periferia di Londra e poi anche degli esterni in Egitto. Kenneth Branagh è tornato in cabina di regia e anche davanti alla macchina da presa nei panni di Poirot su una sceneggiatura di Michael Green.

Tra i produttori figurano Ridley Scott, Mark Gordon, Simon Kinberg, Kenneth Branagh, Kevin Walsh e Judy Hofflund.

La pellicola seguirà le vicende di Hercule Poirot, alle prese questa volta con il misterioso omicidio di una giovane ereditiera in crociera in Egitto.

Confermati nel cast dell’adattamento cinematografico di Assasinio sul Nilo, insieme a Kenneth Branagh, anche Gal Gadot, Armie Hammer, Letitia Wright, Ali Fazal, Tom Bateman, Jodie Comer, Annette Bening, Russell Brand, Sophie Okonedo, Emma Mackey, Rose Leslie, Jennifer Saunders e Dawn French.

L’uscita è ancora prevista per il 9 ottobre 2020.

Il primo film, Assassinio sull’Orient Express, ha incassato 352 milioni di dollari a fronte di un budget contenuto di 55 (esclusi i costi di marketing).

Fonte