Come prevedibile, AMC Theatres ha rinviato la riapertura dei suoi cinema di due settimane.

La più grande catena cinematografica del mondo (che possiede anche UCI Cinemas) ha preso questa decisione dopo che negli ultimi giorni numerosi stati degli Stati Uniti hanno registrato un forte incremento della diffusione della pandemia di Coronavirus, rinviando a data da definirsi l’allentamento delle misure di lockdown (e, in diversi casi, reintroducendole). La Warner Bros ha annunciato il rinvio dell’uscita di Tenet al 12 agosto, mentre la Disney ha spostato Mulan al 21 agosto.

AMC aveva previsto la riapertura di 450 dei propri 600 cinema il 15 luglio, ma ha fatto slittare tutto di due settimane, al 30 luglio (il 31 luglio uscirà il primo nuovo film della stagione, Unhinged, con Russell Crowe). La speranza della compagnia è di riattivare tutte le sale entro i primi di agosto.

Si tratta di piani di massima, comunque, in quanto mercati chiave come New York City e Los Angeles non hanno ancora annunciato quando permetteranno ai cinema di riaprire, e stati come la Florida e il Texas che avevano già dato il via libera ora stanno tornando sui loro passi a causa della crescita delle infezioni. Il Governatore dell’Arizona, ieri, ha ordinato la chiusura di bar, locali notturni, parchi dei divertimenti, palestre e cinema: la chiusura proseguirà almeno per tutto luglio.

Fonte: Variety